Saldi, in dieci anni calata del 20 per cento la spesa di scarpe e vestiti

È quanto emerge da un’analisi di Uecoop su dati Istat in occasione dell’inizio dei saldi estivi.

SALDI NEGOZI MILANO

È crollata di oltre il 20 per cento la spesa mensile degli italiani per vestiti e scarpe scesa a meno di 119 euro in media a famiglia nel 2018 rispetto a dieci anni fa. È quanto emerge da un’analisi di Uecoop, l’Unione europea delle cooperative, su dati Istat in occasione dell’inizio dei saldi estivi che dalla Calabria all’Emilia, dal Lazio alla Lombardia coinvolgeranno oltre 14 milioni e mezzo di consumatori.

Una febbre da shopping che per quasi 7 consumatori su 10 riguarderà negozi fisici, ma esiste una quota di acquisti on line con 38,4 milioni di italiani che hanno effettuato acquisti sul web nell’ultimo anno in base a una analisi di Uecoop su dati Digital 2019 per un valore degli acquisti on line in Italia sfiora i 14 miliardi di euro fra cibo, prodotti per la cura della persona, mobili, elettrodomestici, elettronica, moda, viaggi, videogiochi, giocattoli e musica.

I saldi – evidenzia Uecoop – sono un momento importante per l’intero sistema del commercio compreso un indotto fatto di servizi, trasporti e logistica. È quindi strategico rafforzare i consumi interni evitando qualsiasi aumento dell’Iva che andrebbero a colpire direttamente la capacità di spesa delle famiglie italiane.