Nuovo governo, i mercati dicono sì

Scorre nuova fiducia dopo il matrimonio M5s e Pd. Alle 9.30 Piazza Affari allunga il passo (Ftse Mib +1,45%). Lo spread in calo fino sotto quota 149 punti favorisce i bancari da Mps (+7%) a Unicredit (+2,47%) e Intesa (+1,83%). Smuove anche il ritiro della legge sulle estradizioni a Hong Kong.

La scelta di Hong Kong favorisce il lusso con Moncler (+2,99%), mentre Atlantia (+3%) torna a respirare con il nuovo governo. Acquisti su Fca (+1,88%), Cnh (+1,34%), Ferrari (+0,86%) e Pininfarina (+11,9%), con rasserenamenti sul fronte dazi Usa-Cina, la nuova commessa in Russia, insieme al rialzo del greggio (Wti +0,8%), favorisce Maire Tecnimont (+2,18%). Bene anche Saipem (+1,06%) ed Eni (+0,6%). Nessun titolo in rosso nel paniere delle blue chip, mentre tra i titoli a media capitalizzazione Mediaset è + l’1,3% e Tiscali cede lo 0,77%.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.