Fatture elettroniche, il bilancio dopo sei mesi

Inviati file per un valore di 1,7 miliardi di euro. Prima in classifica, Milano, seguita da Roma.

fatture elettroniche agenzia entrate

A sei mesi dall’avvio l’e-fattura supera il miliardo di file trasmessi tramite il sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate, da parte di 3,3 milioni di operatori. Sono i dati ad oggi, 2 luglio 2019 dell’Agenzia.

Il nuovo sistema ha consentito di gestire elettronicamente transazioni per 1.689 miliardi di euro di valore, tra imponibile e imposta. A guidare la classifica delle grandi città è Milano, con oltre 257 milioni di fatture elettroniche trasmesse da quasi 215mila operatori. Segue Roma, con quasi 196 milioni di file inviati da circa 221mila soggetti e Torino, con 36 milioni di file inviati. Bene anche Bologna (circa 24 milioni), Napoli (20 milioni) e Verona (oltre 16 milioni di e-fatture).

Il settore più interessato è il commercio all’ingrosso e al dettaglio-riparazione di autoveicoli e motocicli, seguito dalle fornitura di energia elettrica e gas e dai servizi di informazione. Tra gli operatori, dopo concessionarie e autofficine, troviamo liberi professionisti (484.207) e costruttori. (Ansa)