Dopo il Veneto, Banca Valsabbina si espande in Emilia-Romagna

Banca Valsabbina

Dopo le numerose aperture di filiali in Veneto e a Verona, Banca Valsabbina continua a crescere e si rafforza anche in Emilia-Romagna. Da oggi è infatti operativa la nuova filiale di Bologna, che si aggiunge a quella di Modena.

Da 120 anni Banca Valsabbina sostiene la crescita e lo sviluppo dei territori dove è presente, con particolare attenzione al segmento delle famiglie, dei piccoli operatori economici e delle Pmi. La presenza sul territorio della banca conta 70 filiali (49 in provincia di Brescia, 8 in provincia di Verona e 13 tra quelle di Treviso, Trento, Vicenza, Mantova, Modena, Monza Brianza, Bergamo, Milano, Padova e, da oggi, Bologna), che impiegano circa 600 dipendenti (+ 6% rispetto al 2017, con un’età media di 42 anni), più di 8 miliardi di euro di masse gestite e un solido patrimonio, con un CET1 superiore al 15%.

Il rafforzamento in Emilia-Romagna è parte del piano strategico di crescita della banca, che ha tra gli obiettivi anche quello di consolidare e rafforzare la presenza nella comunità economico-finanziaria anche al di fuori del territorio bresciano e delle province in cui è già presente. Bologna e la sua provincia si caratterizzano per vivacità delle attività economiche e per Banca Valsabbina rappresenta un’area strategica con significative opportunità di crescita.