Apindustria, Della Bella: «Porteremo nel dibattito cittadino la visione imprenditoriale»

In vista della 10ª edizione del Premio Verona Network, dedicato alle persone e alle aziende che fanno grande Verona, l'intervista a Renato Della Bella, presidente di Apindustria Confimi Verona, candidato nella categoria Associazioni.

Tra i candidati al premio Verona Network 2020 anche Apindustria Confimi Verona, l’associazione di riferimento per le piccole e medie imprese del territorio che rappresenta i suoi associati non solo a livello locale ma anche su scala nazionale aderendo a Confimi, la confederazione che rappresenta le piccole imprese manifatturiere. Con un focus sulle aziende che fatturano dall’1 ai 15 milioni, Apindustria Confimi Verona è da oltre cinquant’anni sempre al fianco dei suoi associati. 

«Nel corso della sua storia – racconta il presidente dell’associazione Renato Della Bella – Apindustria ha sempre sostenuto le proprie aziende prevalentemente da un punto di vista sindacale, aggiungendo via via ulteriori servizi che hanno riguardato l’aspetto ambiente, la sicurezza, l’assistenza al credito. Siamo a fianco degli associati per cogliere le opportunità sia regionali che nazionali o europee offerte dai diversi bandi, abbiamo inserito l’assistenza legale e dato una consulenza di tipo contrattuale nei rapporti con agenzie e con l’estero, e siamo molto presenti nell’assistenza all’esportazione». 

Dopo l’emergenza sanitaria che ha imposto ad Apindustria un periodo di aggiornamento quotidiano sule normative sanitarie e sul rapporto con gli enti di ispettorato del lavoro, senza tralasciare l’assistenza alle aziende per l’enorme quantitativo di domande di cassa integrazione, ora si apre un periodo di incertezza legato alla ripartenza e al futuro delle imprese veronesi.

«La preoccupazione per il futuro – prosegue Della Bella – riguarda soprattutto l’aspetto finanziario della liquidità: stiamo dando grande assistenza alle nostre imprese per ottenere i finanziamenti, tenendo uno stretto rapporto con le banche in modo tale da facilitare tutto questo iter; stiamo poi cercando di capire come aiutare le imprese a tornare sui mercati internazionali che si sono chiusi in questi mesi».

«Oggi più che mai – conclude Della Bella, presidente di Apindustria Confimi Verona – è necessario un estremo dialogo con le aziende per percepire le loro necessità, che sono in continuo cambiamento. Come Apindustria siamo i principali interlocutori con i diversi enti per far capire alla politica e alle istituzioni il punto di vista dei piccoli e medi imprenditori su argomenti di rilancio del territorio, come infrastrutture o poli logistici: dobbiamo cercare di fare sintesi del punto di vista dei nostri associati e portarlo nel dibattito cittadino per fare in modo che le decisioni siamo prese nell’interesse dell’assset imprenditoriale».

La cerimonia di consegna dei premi, quest’anno, non si svolgerà in un luogo fisico, ma sarà unicamente trasmessa, in prima serata, su Radio Adige TV, canale 640 del digitale terrestre.