Dalla Regione Veneto 390mila euro per l’apicoltura

Sarà pubblicato venerdì 14 agosto il bando a favore dell’apicoltura in Veneto che prevede sei misure d’intervento per complessivi 392mila euro di finanziamento, per promuovere e sostenere il settore nella realizzazione di iniziative volte al miglioramento della produzione e della commercializzazione dei relativi prodotti.

Apicoltura convegno a Sant'ambrogio

Sarà pubblicato venerdì 14 agosto, sul Bur regionale, il bando a favore dell’apicoltura in Veneto che prevede sei misure d’intervento per complessivi 392 mila euro di finanziamento, per promuovere e sostenere il settore in regione e accompagnarlo nella realizzazione di iniziative volte al miglioramento della produzione e della commercializzazione dei relativi prodotti.

«Il bando – spiega l’assessore all’Agricoltura della Regione del Veneto Giuseppe Pan –  finanzierà, tramite i fondi relativi alle Organizzazioni Comuni dei Mercati agricoli (OCM), interventi di formazione e aggiornamento per gli apicoltori, seminari e convegni tematici, attività inerenti l’assistenza tecnica mirata anche per fronteggiare gli aggressori e le malattie dell’alveare».

«Sono previsti finanziamenti per l’acquisto di attrezzature e per lo svolgimento delle analisi qualitative sui prodotti dell’apicoltura, per sostenere il ripopolamento del patrimonio apicolo dell’Unione Europea e la realizzazione di programmi di ricerca applicata al settore che favoriscano un innalzamento della qualità dei prodotti dell’alveare e quindi di una loro maggiore valorizzazione sul mercato» continua l’assessore. 

Il Bando si rivolge principalmente alle associazioni degli apicoltori presenti nel territorio regionale, ma in varie misure, anche agli enti di ricerca o enti pubblici. L’importo del contributo varierà da un minimo del 50% fino al 100% della spesa ammessa a finanziamento

«Si tratta di un aiuto concreto ai nostri apicoltori – prosegue l’assessore – e ad un settore che, anche se di nicchia, è indispensabile. Le api sono fondamentali in agricoltura e costituiscono un indicatore della qualità dell’ambiente. È strategico quindi preservare questa attività che conta in Veneto circa 75 mila alveari e una produzione di circa 1.500 tonnellate di miele». 

Le domande potranno essere presentate a partire da venerdì 14 agosto 2020 fino al 12 ottobre 2020 inserendo, nell’apposita modulistica disponibile sul sito internet di Avepa, tutte le spese che si prevedono di sostenere dal 1° agosto 2020 al 31 luglio 2021.