Crisi Elcograf, Businarolo: «Valutare il prepensionamento»

Caso Elcograf: Francesca Businarolo, deputata M5s, si rivolge al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo.

Francesca Businarolo elcograf
Francesca Businarolo, presidente della Commissione Giustizia della Camera.
New call-to-action

«Anticipare i tempi delle pensioni per le aziende editoriali in crisi». È quanto chiede Francesca Businarolo, deputata del Movimento 5 Stelle, con un’interrogazione diretta al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo.

Il caso specifico è quella dell’Elcograf, storica azienda veronese (già Mondadori Printing) da tempo in difficoltà per le mancanze di commesse. Nel corso della passata settimana è arrivato l’accordo per la cassa integrazione, che avrà la durata di due mesi e che riguarderà 440 lavoratori.

«Una soluzione che è naturalmente benvenuta – afferma Businarolo – ma che non può che essere temporanea. La precedente legge di bilancio ha previsto norme particolari per le aziende editoriali in crisi. Per questo ho chiesto che venga considerata l’opportunità di adottare iniziative dirette a ripristinare per i lavoratori dipendenti di queste imprese, la cosiddetta “finestra” di 32 anni, prevista prima della legge Fornero, per accedere al prepensionamento senza incorrere nella disoccupazione definitiva».

«Questo – conclude Businarolo – potrà tutelare i lavoratori e le loro famiglie, il cui futuro appare incerto e sempre più difficile. Da anni grafici e stampatori di Elcograf chiedono che venga trovata una soluzione: è l’ora di fare qualcosa per loro».