Confcommercio e Fipe: «Agevolare concessioni dei plateatici»

Confcommercio Verona e Fipe Confcommercio Verona hanno inviato una lettera a sindaci, assessori alle attività produttive e ai tributi dei 98 Comuni della provincia per facilitare la concessione dei plateatici su aree pubbliche.

Bar
Bar all'aperto

Facilitare la definizione delle pratiche autorizzative per la concessione dei plateatici su aree pubbliche agevolando inoltre, nei limiti del possibile e delle disposizioni di legge, il loro ampliamento, così che i gestori riescano a soddisfare le norme e la domanda dei consumatori: è la richiesta contenuta nella lettera inviata da Confcommercio Verona e Fipe Confcommercio Verona a sindaci, assessori alle attività produttive e ai tributi dei 98 comuni della provincia all’indomani dell’annuncio della riapertura di bar e ristoranti – ma solo negli spazi esterni – a partire da lunedì prossimo. 

Leggi anche: Bar e ristoranti, solo 1 su 2 potrà riaprire

Nella lettera di Confcommercio Verona e Fipe Verona si fa presente «la gravissima situazione economica in cui versano i pubblici esercizi»; di qui l’invito agli amministratori veronesi che non lo abbiano ancora fatto a «ridurre l’imposizione a livello locale, possibilmente insieme a una forte contrazione delle tariffe di sosta delle autovetture, per agevolare la maggiore accessibilità dei clienti».

«Queste azioni – conclude la missiva – rappresenterebbero un messaggio e una dimostrazione di attenzione che saranno sicuramente apprezzati dagli imprenditori di settore, che hanno garantito in questi anni la vivibilità e la sicurezza dell’ambiente urbano e sostenuto tantissimi di posti di lavoro».

LEGGI LE ULTIME NEWS DI ECONOMIA

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM