Cattolica: «giudizio negativo» del Cda sulle modifiche allo statuto

Continua il percorso verso l'assemblea straordinaria di Cattolica Assicurazioni. Il Cda ha espresso «giudizio negativo» sulle modifiche statutarie proposte.

Paolo Bedoni presidente cattolica assicurazioni
Paolo Bedoni, presidente di Cattolica Assicurazioni

Continua il percorso di avvicinamento all’assemblea straordinaria di Cattolica Assicurazioni, convocata per il 6 e 7 marzo 2020 su richiesta di alcuni soci (Francesco Brioschi, Massimiliano Cagliero, Giuseppe Lovati Cottini, Credit Network & Finance S.p.A., SH64 S.r.l.). Il Cda ha espresso un «giudizio negativo» sulla proposta di modifica dello statuto all’ordine del giorno della stessa assemblea.

Al termine del Consiglio di amministrazione che si è tenuto giovedì 13 febbraio, è stata diffusa una nota dalla società che spiega: «in relazione alla proposta di modifica dello Statuto sociale in varie parti, presentata da cinque soci e all’ordine del giorno dell’assemblea straordinaria già convocata per il 6 e 7 marzo 2020, ha deliberato, all’unanimità dei presenti, assente il dott. Minali, di esprimere un giudizio negativo sulla stessa, perché non nell’interesse della società e, quindi, un’indicazione di voto contrario, essendo peraltro la proposta inscindibile e, pertanto, oggetto di votazione unitaria».

La società rende noto che, inoltre, che «alcuni dei soci richiedenti l’assemblea straordinaria hanno fatto pervenire un parere legale concernente la proposta di modifica statutaria all’ordine del giorno dell’assemblea da loro richiesta».

Il Consiglio di Amministrazione fa sapere che esaminerà il documento e lo pubblicherà sul sito internet della società «analogamente a quelli già richiesti e ottenuti dalla Società medesima, riservando al Consiglio di Amministrazione ogni ulteriore valutazione, sempre alla luce dei pareri già richiesti che comunque già concludevano tutti ravvisando profili di illegittimità in varie clausole oggetto della proposta dei Soci».