Cattolica Assicurazioni, arriva l’Opa volontaria totalitaria di Generali

Il Gruppo Generali non attende tempo, pochi giorni dopo l'assemblea di Cattolica che ha rinnovato il CDA, questa mattina ha annunciato un'offerta pubblica di acquisto sulla totalità delle azioni della società di assicurazioni veronese.

Il Leone, che da tempo stava affilando gli artigli, è pronto a sferrare la zannata finale. Questa mattina, come molti avevano previsto (anche se non con queste celeri tempistiche), il Gruppo triestino Generali ha diffuso un comunicato stampa ufficiale in cui annuncia un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su Cattolica Assicurazioni a un prezzo di 6,75 euro per azione.

Leggi anche: Cattolica Spa: l’assemblea dà l’ok al bilancio e nomina il CDA. Croff presidente

L’offerta comprende: +15,3% (FactSet, prezzi ufficiali) rispetto al prezzo ufficiale delle Azioni dell’Emittente rilevato alla chiusura del 28 maggio 2021 (ossia il giorno di borsa aperta precedente la comunicazione dell’Offerta al mercato); e +40,5%2 rispetto alla media aritmetica, ponderata per i volumi scambiati, dei prezzi ufficiali per Azione dell’Emittente degli ultimi sei mesi precedenti al 28 maggio 2021.

L’offerta avrà ad oggetto le n.174.293.926 azioni ordinarie di Cattolica, con godimento regolare, quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., rappresentanti, alla data dell’odierno comunicato, la totalità del capitale sociale della società di Lungadige Cangrande, incluse le azioni proprie detenute da Cattolica, dedotte le n.54.054.054 azioni di titolarità di Generali alla data odierna.

Generali presenterà a Consob il Documento di Offerta entro il termine di 20 giorni di calendario dalla data odierna.

Gabriele Galateri di Genola, Presidente Assicurazioni Generali
Gabriele Galateri di Genola, Presidente Assicurazioni Generali

La nota di Generali

L’offerta è promossa da Generali con l’obiettivo di consolidare la propria posizione nel mercato assicurativo italiano, in coerenza con le linee guida del Piano Strategico di Generali 2021 – “Leveraging strengths to accelerate growth”: l’acquisizione di Cattolica permetterebbe all’Offerente di diventare il primo gruppo nel mercato danni e di rafforzare la propria presenza nel mercato vita.

Il settore assicurativo, italiano ed europeo, si trova oggi ad affrontare importanti cambiamenti che vedranno l’innovazione tecnologica di prodotto e processo come i principali driver per la creazione di valore. In tale contesto di riferimento, gli operatori di grande dimensione come Generali ricopriranno un ruolo sempre più rilevante e con conseguenti benefici diretti sulla clientela in termini di prodotti e servizi, grazie anche alla capacità di sostenere importanti investimenti in digitalizzazione e nuove tecnologie.

La partnership strategica avviata con Cattolica Assicurazioni il 24 giugno 2020 ha messo in luce la complementarietà del modello di business di Cattolica con quello di Generali, in particolare l’ampia base di clientela focalizzata su segmenti specifici (i.e, agricolo, imprenditoriale e professionale, mondo religioso, associativo, cooperativo e piccole e medie imprese), la rete agenziale estesa e stabile, il forte orientamento a sostenere l’economia locale e un sistema di valori simili. In questa logica, l’Offerta permetterà di valorizzare ulteriormente le caratteristiche distintive della società veronese, anche grazie al contributo tecnologico e dimensionale di Generali, permettendo la realizzazione di importanti economie di scala e sinergie industriali, con una particolare attenzione al mantenimento di alcuni elementi essenziali di Cattolica quali:

Si prevede che, a regime, l’Operazione porti ad un aumento dell’incidenza degli utili derivanti dal business danni, coerentemente con le preferenze strategiche in termini di allocazione di risorse per la crescita inorganico.

La storia di crescita di Generali ha dimostrato la forte capacità dell’Offerente di procedere con successo ad integrazioni salvaguardando le eccellenze delle società integrate, nel rispetto degli standard operativi dell’Offerente sotto il profilo economico-finanziario e senza disagi per la clientela, gli intermediari e il personale dell’Emittente.

Le preoccupazioni di Casa Cattolica

Per i soci, rappresentanti di associazioni di categoria, imprese e professionisti riuniti sotto il nome di Casa Cattolica, che invano avevano tentato di difendere l’origine e l’indipendenza nel mercato della società di Lungadige Cangrande, quella di oggi è la parola fine, definitiva, a Cattolica Assicurazioni e ai suoi 125 anni di storia e di presenza sul territorio di Verona proprio perché nella storia di Generali, tutte le società acquisite (ad esempio Ina Assitalia o Toro Assicurazioni) sono state assorbite e sono di fatto scomparse dal mercato. Per questo, prossimo obiettivo di Casa Cattolica è tutelare i 1800 dipendenti, i 1400 agenti e tenere, per quanto possibile, un legame tra la Compagnia triestina e Verona.

Leggi anche: Dopo 125 anni Verona perde Cattolica Assicurazioni

La previsione dell’ex AD Alberto Minali

Venerdì l’intervista esclusiva all’ex amministratore delegato di Cattolica Assicurazioni Alberto Minali che alla domanda se Generali avesse fatto un’OPA su Cattolica aveva risposto così: «Stiamo parlando di due società quotate di grandissimo livello e a cui sono legato per trascorsi professionali. Qui dovrebbe prevalere la logica di mercato, cioè, una società che esprime un valore notevolmente inferiore in borsa rispetto al suo patrimonio netto rettificato, con una presenza di un azionista molto importante all’interno del Consiglio, secondo me è una società che dovrebbe essere oggetto di un’Opa o di un’Ops. Ma questa decisione sta nelle mani del Leone, per cui non possiamo interferire».

LEGGI ANCHE: Traguardi e Azione: «Generali su Cattolica? Tutto come previsto»

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM