Caso diamanti, giovedì la conferenza di Adiconsum a Verona. Anche Vasco tra le vittime

Adiconsum Verona procederà con un’azione di autotutela collettiva nei confronti del Banco Bpm per la vicenda diamanti da investimento che, iniziata lo scorso 2 luglio, ha coinvolto 309 risparmiatori veronesi.  Giovedì la conferenza stampa in Piazza Bra al Liston 12 dove alcuni risparmiatori racconteranno la loro esperienza.

Il presidente di Adiconsum Verona Davide Cecchinato, insieme agli avvocati Silvia Caucchioli e Carlo Battistella, illustreranno il percorso dell’azione e i possibili scenari anche alla luce dell’intervento della Guardia di Finanza di Milano.

I privati che hanno aderito all’iniziativa hanno investito nei preziosi per un controvalore pari a  9.400.000 euro e un portafoglio stimato in 94.000.000 euro. L’associazione di tutela dei consumatori si è attivata sul fronte nazionale e locale per garantire alle vittime il recupero dell’investimento, possibile a questo punto, poiché i diamanti vengono considerati beni di terzi estranei all’attivo e quindi non sequestrabili.

La società di investimento IDB (una delle due società di investimento indagate nella vicenda)  multata dall’Antitrust per pratica commerciale scorretta, confermata dal Tar del Lazio, è stata dichiarata fallita. la finanziaria era stata multata dall’Antitrust del Lazio, sanzione poi confermata dal Tar della regione.

Ad oggi, la Procura della Repubblica di Milano ha confermato le indagini su 75 soggetti, a cui sono da aggiungere la IDB e la Diamond Private Investment,. Fascicolo aperto anche per cinque istituti di credito ( Unicredit, Banco Popolare di Milano, Banca Aletti, Monte Paschi di Siena e Intesa Sanpaolo). Al momento sono stati sequestrati 700 milioni di euro.

Vittime sia normali risparmiatori, sia vip del mondo dello spettacolo, tra cui la rockstar Vasco Rossi (pare esposto per due milioni di euro, a fronte del reale valore a malapena pari alla metà) , la conduttrice tv Federica Panicucci e la showgirl Simona Tagli.