Caro energia, il Centro Bernstein passa al fotovoltaico

Le bollette iniziano a pesare fortemente anche sulle piccole e medie imprese. Il centro riabilitativo di lungadige Attiraglio, a Verona, sceglie di passare alle energie rinnovabili e di iniziare un percorso di "carbon management".

L'edificio sul quale verrà installato l'impianto fotovoltaico.
L'edificio sul quale verrà installato l'impianto fotovoltaico.

La bolletta della luce e del gas inizia a pesare troppo, in alcuni casi con il rischio schiacciamento per le imprese. Anche a Verona le piccole e medie imprese stanno facendo i conti con un fenomeno, quello dei rincari così alti, che è senza precedenti e che rischia seriamente di far chiudere molte attività.

Tra coloro che a causa di questi improvvisi rialzi cercano soluzioni, c’è anche il Centro Bernstein diretto Giorgio Pasetto, candidato al Senato alle prossime elezioni politiche con la lista +Europa.

«Con lo scopo di ridurre i nostri costi energetici, ma soprattutto con la mission di migliorare la qualità della vita e l’ambiente nel quale viviamo e vivremo, abbiamo firmato oggi 29 agosto 2022 il contratto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico da 40 Kw, che sarà installato nel prossimo mese di ottobre, sul tetto dell’area riabilitativa del nostro Centro» annuncia Pasetto.

Un primo passo verso una transizione energetica chiesta propria dall’Europa e che sta diventando urgente e improrogabile. «Ci stiamo impegnando da alcuni mesi a definire e perfezionare un sistema di carbon management per l’identificazione e realizzazione di alcuni interventi finalizzati alla riduzione delle emissioni di CO2 (gas serra). Tra le misure scelte, l’installazione di un impianto fotovoltaico, rappresenta la base sulla quale costruire ulteriori processi e strategie» conclude il direttore.

Il centro riabilitativo.