Caporalato, sospesa azienda agricola veronese

“Alto Impatto – Freedom”, il nome dell’operazione eseguita dalle squadre mobili italiane che ha portato al controllo di 50 aziende in 11 province italiane. Tra i reati riscontrati, lo sfruttamento di manodopera e l’inosservanza delle norme contributivo-previdenziali e di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Sfruttamento di manodopera e illecita attività di intermediazione tra domanda e offerta. Sono questi alcuni dei reati riscontrati durante un’operazione eseguita dalla Polizia di Stato a partire da fine giugno. “Alto Impatto, Freedom”, il nome dell’operazione che ha visto impegnate le squadre mobili italiane, da Agrigento a Forlì e Cesena, passando per Latina, Lecce, Matera, Ragusa, Salerno, Siracusa, Taranto,Vibo Valentia e infine Verona.

I controlli si sono svolti tra il 17 e il 22 luglio in ben 11 province e hanno portato all’identificazione di 632 persone, tra datori di lavoro e dipendenti, e 50 aziende. Le attività illecite vanno dallo sfruttamento di manodopera all’inosservanza delle norme contributivo-previdenziali e di sicurezza sui luoghi di lavoro, per arrivare talvolta ad attività illecite di intermediazione tra domanda e offerta, compiuta dai cosiddetti “caporali”.

A Ragusa tre italiani sono finiti in manette, perchè responsabili di aver retribuito alcuni bracciati con 30 euro giornalieri a fronte di un impiego in turni di circa 12 ore. Altri tre sono stati arrestati a Latina, a Matera altrettanti sono stati deferiti all’autorità giudiziaria con una multa di 14000 euro.Non va meglio nelle provincie di Agrigento e Verona dove sono state sospese complessivamente tre attività e contravvenzioni per un totale di oltre 90000 euro.

A finire nel mirino dell’operazione, infatti, è un’azienda agricola veronese di Buttapietra che coltiva zucchine. Il blitz è scattato alle prime ore dell’alba del 19 luglio scorso. Durante l’operazione gli uomini della Squadra Mobile e il Reparto Prevenzione Crimine di Padova hanno identificato 14 lavoratori dei quali 11 irregolari e due stranieri privi del permesso di soggiorno. Ora il titolare dovrà pagare una sanzione amministrativa di 25 mila euro per impiego irregolare di lavoratori.

Guarda il servizio di Tv7 Verona Network