Brexit, protocollo d’intesa tra Confindustria Veneto e ADM

Finalità del documento è quello di poter fornire, in modo sinergico, un ottimale supporto agli operatori, in previsione dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e dei relativi riflessi che questo comporterà nella gestione dei loro futuri interscambi commerciali.

cs verona network

Il Direttore Generale di Confindustria Veneto Carlo Stilli e il Direttore  Territoriale – Veneto e Friuli Venezia Giulia dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) Davide Bellosi hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per dare avvio al “Progetto Brexit”. Finalità del documento è quello di poter fornire, in modo sinergico, un ottimale supporto agli operatori, in previsione dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e dei relativi riflessi che  questo comporterà nella gestione dei loro futuri interscambi commerciali. Nell’ambito delle attività di collaborazione è prevista l’organizzazione di convegni – anche in modalità di videoconferenza – al fine di favorire la massima diffusione degli adempimenti e delle  innovazioni che interverranno nella normativa di riferimento. Sarà, inoltre, possibile organizzare incontri mirati tra funzionari ADM, i referenti di Confindustria Veneto e gruppi di imprese, per raccogliere le loro osservazioni su particolari tematiche di  interesse e fornire informazioni di carattere operativo e normativo. 

Leggi anche: Brexit, cosa cambierà per Verona dall’anno prossimo

Per il Direttore Generale Carlo Stilli: «Con la Brexit, soprattutto se senza accordi di libero scambio, le aziende venete si troveranno a dover fronteggiare una serie di ostacoli. Le imprese e le filiere produttive venete – il  cui totale interscambio con la Gran Bretagna nel 2019 è stato di 4,5 miliardi di euro – dovranno rivedere le loro  strategie. I problemi saranno rilevanti per le nostre imprese che si troveranno a gestire il passaggio del partner  commerciale britannico da mercato interno ad extra UE, dovendo gestire l’emergenza della gestione dei flussi  commerciali, e un aumento di costi diretti e indiretti. Proprio per cercare di superare queste difficoltà con la  Direzione Territoriale III – Veneto e Friuli Venezia Giulia dell’Agenzia Dogane e Monopoli, abbiamo deciso  di attivare un team specialistico di funzionari ADM e di funzionari delle Associazioni territoriali, per risolvere i quesiti di più diffuso interesse per le imprese, nonché realizzare in modo congiunto azioni informative sui territori». 

Per il Direttore Territoriale Davide Bellosi: «L’accordo con Confindustria Veneto consolida ulteriormente la collaborazione che negli anni ha portato alla realizzazione, sul territorio di riferimento, di numerose iniziative comuni. L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea si sta dimostrando un processo complesso sia per l’ampiezza dei settori su cui avrà impatto sia per le implicazioni giuridiche e pratiche che interesseranno il flusso degli scambi commerciali. In tale contesto appare opportuno rafforzare i canali di comunicazione tra l’Associazione e gli Uffici ADM presenti in Veneto. Ciò permetterà da un lato di poter gestire in modo tempestivo le eventuali criticità  operative dall’altro prevedere un sistema d’informazione mirata affinché gli operatori possano affrontare preparati  i cambiamenti che seguiranno la Brexit».