Benscelto, ecocompatibilità e supporto all’economia locale

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di mettere a disposizione dei veronesi uno spazio web che raggruppi le realtà locali promotrici di sostenibilità, pratiche ecologiche e buone relazioni umane, al fine di formare consumatori consapevoli.

pixabay olio oliva made in italy cibo pomodoro basilico km0 spesa sostenibile

Si è tenuta online, venerdì 11 dicembre 2020 alle ore 11,la conferenza stampa di lancio di benscelto, la piattaforma che aggrega le realtà veronesi che prediligono uno stile di vita sostenibile. Alla conferenza, che è visibile sul canale YouTube dell’Associazione, hanno partecipato Davide Cecchinato, Presidente Adiconsum Verona, Silvia Caucchioli, Responsabile del progetto per Adiconsum Verona, e Stefania Cossu, Direttrice grafica del progetto.

In un momento storico di grande sensibilità nei confronti di uno stile di vita ecocompatibile nasce la necessità di valorizzare l’economia locale attraverso scambi e sane relazioni di vicinanza. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di mettere a disposizione dei veronesi uno spazio web che raggruppi le realtà locali promotrici di sostenibilità, pratiche ecologiche e buone relazioni umane. L’Associazione scaligera, con il sostegno della locale Camera di Commercio, vuole così dare al consumatore consapevole l’opportunità di orientarsi nella scelta di prodotti e servizi che si prendono cura dell’ambiente e della comunità.

Leggi anche: Spesa solidale e sostenibile con l’Alveare

La piattaforma è stata cofinanziata dall’Ente camerale nell’ambito del progetto La Buona Scelta che ha la finalità di orientare il cittadino tra le diverse offerte commerciali, favorire la comprensione della proposta commerciale e informare i veronesi su come compiere le proprie scelte d’acquisto per promuovere un consumo consapevole.

«Sano, locale e sostenibile – dichiara Davide Cecchinato, Pres. Adiconsum Verona – sono le parole chiave del progetto. L’intento odierno è quello di mettere in rete, a livello provinciale, produttori, mercati, negozi e gruppi d’acquisto solidale che siano particolarmente attenti alle scelte etiche, sostenibili e ambientali. Col duplice obiettivo di dare così rilievo alle buone pratiche a favore del consumatore e promuovere le piccole attività commerciali e di produzione particolarmente colpite dall’emergenza sanitaria».

«L’idea progettuale – afferma Silvia Caucchioli, Responsabile per Adiconsum Verona del progetto – nasce all’inizio di quest’anno, quando tutti ci siamo accorti di quanto fossero importanti i negozi di quartiere e le produzioni locali per continuare ad avere quei rapporti sociali che solo le relazioni di prossimità possono garantire. La mappatura mira a dare risalto alle realtà che vendono o producono prodotti locali. Tutti i cittadini possono segnalare le attività che vorrebbero inserire nel sito. Adiconsum verificherà che risponda ai requisiti previsti dal regolamento dove sono presenti criteri di sostenibilità, ecologia e territorio».

«Dalla creazione del logo ai layout grafici per il sito e per la pubblicità, dallo sviluppo della comunicazione ai prodotti promozionali, – dichiara Stefania Cossu, direttrice grafica del progetto – tutto mette in risalto il tema dell’ambiente, dell’artigianalità, del fatto a mano. La pubblicità cartacea mette in evidenza un germoglio che spunta dal telefono simboleggiando l’attenzione per la natura; è inoltre una metafora del progetto: appena nato, con grandi prospettive di crescita».