AVEPA, erogati 137 milioni a 44mila aziende agricole

L'Agenzia veneta per i pagamenti ha erogato nell'ultimo mese contributi pari a 137 milioni a 44mila aziende agricole. L'assessore all'Agricoltura Caner: «Sono risultati importanti che testimoniano l’impegno di una pubblica amministrazione attenta alle esigenze delle aziende del territorio».

turismo caner
L'assessore regionale al Turismo e all'Agricoltura Federico Caner.

Solo nell’ultimo mese grazie all’impegno dell’Agenzia Veneta per i pagamenti 44mila aziende agricole hanno ricevuto fondi per un totale di 137 milioni di euro. Numeri alla mano, l’assessore all’Agricoltura Federico Caner vuole ricordare il sostegno da parte della Regione Veneto agli agricoltori.

«L’attività dell’AVEPA non si è fermata, nonostante la gestione del periodo emergenziale abbia imposto importanti adeguamenti all’operatività dell’ente, come a quella di tutte le pubbliche amministrazioni italiane – interviene l’assessore Caner -. Le aziende venete hanno così continuato a beneficiare del lavoro dell’ente secondo gli standard di performance cui l’Agenzia ci aveva abituato e grazie ai quali, solo in questo ultimo mese, sono stati erogati contributi per quasi 137 milioni di euro a favore di oltre 44mila aziende».

In dettaglio, sono stati pagati 88,9 milioni relativi all’acconto della Domanda Unica 2020 (70% del pagamento di base e Greening), 12,2 milioni a titolo d’acconto delle premialità PSR 2020 per agroambiente, biologico e indennità compensativa e 15,6 milioni di euro a oltre seimila beneficiari dell’azione 3.1.1 del POR FESR che supporta le micro e piccole imprese colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 nei settori del commercio, somministrazione e servizi alla persona. A ciò va sommata l’erogazione di 20 milioni di euro messi a disposizione dalle Stato a sostegno dell’economia rurale nel primo periodo di emergenza del Covid-19 concessa alle ventimila aziende che ne hanno fatto richiesta.

Conclude Caner: «Sono risultati importanti che testimoniano l’impegno di una pubblica amministrazione attenta alle esigenze delle aziende del territorio, fortemente provate dalle conseguenze economiche e sociali della drammatica crisi sanitaria che stiamo affrontando».