Apicoltura, prorogato il bando per contributi ad alveari e impianti

E’ stato prorogato al 23 settembre il termine per gli apicoltori per presentare domanda di contributo per investimenti in attrezzature o nella ristrutturazione degli ambienti di smielatura.

Ne dà notizia l’assessore regionale all’Agricoltura che ha portato la decisione di proroga all’approvazione della Giunta in modo da venire incontro alle esigenze degli apicoltori, pressati dopo i mesi di lockdown da scadenze, passaggi burocratici, difficoltà di reperire la documentazione richiesta e dai lavori di stagione.

La Regione Veneto mette a bando 230 mila euro per i possessori di alveari per investimenti in conto capitale per l’acquisto di arnie, api regine e famiglie, l’acquisto e/o la ristrutturazione di ambienti per sale di smielatura, sia private che collettive, per i macchinari per le operazioni di smielatura e di lavorazione della cera, per il materiale per esercitare il nomadismo. Ne potranno beneficiare sia gli apicoltori singoli sia le loro associazioni. Nei punteggi di assegnazione dei contributi saranno privilegiati i giovani apicoltori e gli alveari di montagna.

«L’allungamento dei termini sino al 23 settembre – sottolinea l’assessore all’agricoltura del Veneto – “consentirà agli interessati di superare le difficoltà operative di reperimento della documentazione necessaria e di poter beneficiare di una forma di sostegno pubblico ben calibrata per le esigenze del settore».