Aperta una gara per la promozione turistica del Garda

L'Accordo di Programma è stato siglato dalla Camera di Commercio di Verona e dai Comuni della “DMO Lago di Garda” e prevede la realizzazione di un piano operativo annuale per la comunicazione, promozione e gestione coordinata delle attività dei venti Comuni, attraverso l’ideazione e la realizzazione di azioni di marketing.

pixabay garda malcesine lago di garda barche case colorate

È stata indetta procedura aperta per l’affidamento del servizio di realizzazione di un piano operativo annuale per la comunicazione, promozione e gestione coordinata delle attività di 20 Comuni sottoscrittori di un Accordo di Programma “DMO Lago di Garda”, attraverso l’ideazione e la realizzazione di azioni di marketing e di una campagna volta, da un lato, a rafforzare la conoscenza dell’offerta turistica dei Comuni interessati nei mercati italiano ed estero. L’Accordo di Programma è stato siglato dalla Camera di Commercio di Verona e dai seguenti Comuni della “DMO Lago di Garda”: 

Con l’Accordo, i Comuni hanno demandato alla Camera di Commercio di Verona, in qualità di soggetto capofila e coordinatore del Tavolo di Confronto DMO Lago di Garda, la gestione della procedura pubblica per l’individuazione del soggetto incaricato della progettazione ed attuazione di un piano operativo annuale.

Leggi anche: Il Natale degli esercenti, Albertini: «Senza il turismo manca la linfa vitale del commercio»

La crisi del settore turistico e la situazione generale di incertezza causata dal Covid-19 hanno reso ancora più impellente un’azione di rilancio della destinazione. Una prima risposta è stata data dalla Camera di Commercio di Verona con il progetto RI.VER. (Riparti Verona) e la campagna di promozione provinciale “Destination Verona”, con l’obiettivo di comunicare in Italia e all’estero la terra scaligera come meta sicura, accogliente e aperta a tutte le esperienze.

La nuova procedura si pone i seguenti obiettivi:

  • consolidare, aumentare i flussi turistici italiani e stranieri;
  • migliorare l’immagine percepita;
  • incrementare il livello di conoscenza dell’offerta turistica presso i mercati di riferimento, con conseguente aumento dell’incoming turistico;
  • definire e attuare una strategia sia attraverso i media tradizionali che attraverso strumenti digitali e social, che promuova la destinazione, attraverso l’identificazione di temi chiave che caratterizzino l’attrattività e l’unicità dell’offerta turistica;
  • integrare le informazioni relative alle risorse turistiche e alla ricettività anche con la realizzazione di materiale promozionale cartaceo e digitale;
  • promuovere un’immagine sicura della destinazione turistica, attraverso gesti e prassi condivise (patto per l’accoglienza) che tengano conto dell’emergenza Covid-19.

L’offerente dovrà considerare e mettere in risalto i principali attrattori proponendo un’immagine dell’area con un’offerta turistica diversificata, indirizzandosi a diversi target di domanda, coinvolgendo tutti i comuni sottoscrittori dell’Accordo di Programma. La documentazione di gara è reperibile all’indirizzo web di TecnoService Camere.