L’Azienda Farina è il miglior produttore di vino italiano

Già premiata lo scorso 27 novembre nell’ambito della 46esima edizione dell’International Wine and Spirit Competition, l’Azienda Agricola Farina si è aggiudicata il titolo di miglior produttore di vino italiano: questa mattina ha anche ricevuto una targa commemorativa dal presidente della Provincia, Antonio Pastorello.

Dopo il prestigioso riconoscimento ricevuto a Londra presso la storica Guildhall, la Provincia ha infatti deciso di assegnare alla stessa cantina una targa commemorativa per essersi contraddistinta a livello internazionale, nella selezione di 500  aziende, e per aver dato lustro al territorio veronese. Inoltre, la Cantina ha ricevuto il trofeo per la miglior varietà di vitigno autoctono assegnato all’Amarone della Valpollicella DOCG Classico Riserva Montefante 2010.

La premiazione ha visto intervenire il presidente Pastorello, che ha dichiarato: «Dopo aver appreso la notizia dei premi di livello internazionale vinti dalla Cantina Farina, su indicazione del consigliere Carradori, abbiamo voluto celebrare questo successo. Oggi, assegniamo quindi all’azienda questa targa commemorativa, come ringraziamento per aver dato grande visibilità nel mondo alla provincia veronese. È sempre un orgoglio, da parte nostra, sapere che sul territorio ci sono imprese serie, corrette e che si distinguono per la qualità dei loro prodotti. La cantina Farina ha dimostrato di saper salvaguardare le proprie tradizioni, tramandando di padre in figlio la passione per il vino, e allo stesso tempo, ha voluto investire sulle tecnologie e sull’innovazione. Sono convinto che il segreto del loro successo risieda proprio nel saper “imbottigliare” questo importante connubio di valori».

Molto soddisfatti i soci dell’Azienda Agricola Farina, Claudio e Elena, che hanno dichiarato: «Vogliamo innanzitutto ringraziare la Provincia per questo riconoscimento. Il nostro successo nasce dagli insegnamenti dei nostri bisnonni, nonni e genitori, che abbiamo sfruttato al meglio inserendo poi nella tradizione alcune nostre caratteristiche come l’innovazione. Oggi siamo un gruppo giovane, che ha scelto di metterci la faccia per portare avanti questa passione per il vino. Ci piace considerare i nostri successi come un premio a tutta la Valpolicella, a tutta la provincia di Verona e a tutto il Veneto, perché siamo convinti che se si riuscirà a costruire una buona rete di imprese, il nostro territorio potrà essere una delle regioni più importanti al mondo».