Agriturismi, Coldiretti Verona: «Bene la modifica alla legge regionale»

«La modifica al testo di legge in materia di agriturismo è un atto importante verso gli operatori del settore» secondo Stefano Chiavegato, presidente provinciale di Terranostra.

agriturismo agriturismi Terranostra ristorazione

«La modifica al testo di legge in materia di agriturismo è un atto importante verso gli operatori del settore e denota una politica regionale al passo con i tempi». È il commento di Stefano Chiavegato, presidente provinciale di Terranostra, l’associazione che rappresenta le aziende agricole che offrono servizi di accoglienza e ristorazione, didattica e turismo rurale di Coldiretti.

«Con l’avvio dell’iter legislativo per la nuova norma in materia di agriturismo, la Giunta del Veneto recepisce le istanze di una realtà imprenditoriale che proprio nel periodo di emergenza sanitaria ha manifestato tutto il potenziale professionale per poter garantire i servizi alla collettività».

«Dal tema della consegna dei pasti a domicilio fino ai piatti da asporto comprese soluzioni su misura per le tante richieste espresse dalle famiglie obbligate a stare tra le mura domestiche – aggiunge Chiavegato – gli agriturismi hanno dimostrato dinamicità ed elasticità nel rispondere alle nuove esigenze. Terranostra Veneto ha dunque chiesto che le innovazioni messe in campo dai nostri agriturismi in questo difficile momento caratterizzato dalla pandemia, fossero riprese in un nuovo testo normativo».

«Sono necessari provvedimenti aggiornati e in linea con i tempi che valorizzino anche le tante espressioni di una multifunzionalità in agricoltura ormai irrinunciabile per la società tutta. Leggeremo con attenzione il documento al quale abbiamo lavorato con passione e gli eventuali miglioramenti che potranno essere apportati in sede di Consiglio regionale, affinchè la norma sia approvata prima della fine della legislatura».