Acque Veronesi: una polizza contro le perdite occulte

Si tratta di una tutela per gli utenti che vorranno aderire in caso di eventuali perdite non visibili nell’impianto.

acque veronesi

Chi si è visto arrivare una bolletta dell’acqua dieci volte superiore rispetto alla solita ha imparato bene cosa sia una perdita occulta. Si tratta di perdite non immediatamente visibili nell’impianto privato, come rotture di tubi interrati con l’acqua che si infiltra nel terreno o rottura di tubazioni all’interno di pareti o pavimenti, che quindi non vengono riparate tempestivamente e generano consumi molto elevati d’acqua, con conseguenti bollette elevate. Da oggi, gli utenti di Acque Veronesi potranno tutelarsi da queste spese impreviste con un’assicurazione che, con un premio modesto, coprirà i maggiori costi dovuti alle perdite occulte a valle del contatore e quindi non di competenza del gestore. L’assicurazione sarà disponibile sia per privati, che per condomini e imprese, con costi diversi a seconda della tipologia e del consumo annuo.

LEGGI LE ULTIME NEWS

La polizza, che Acque Veronesi ha stipulato in accordo con il Consiglio di Bacino e alcune associazioni dei consumatori (Adiconsum, Movimento Consumatori Verona, Lega Consumatori Verona) è stata presentata stamattina alla presenza del presidente di Acque Veronesi, del presidente Consiglio di Bacino, di Andrea Guastamacchia direttore Amministrazione e Commerciale Acque Veronesi e dei rappresentanti di alcune associazioni dei consumatori, Davide Cecchinato, Monica Multari ed Emanuele Caobelli

Gli utenti che vorranno aderire alla polizza verseranno un premio contenuto, (dai 6 ai 18 euro all’anno, in base al consumo medio annuo, per i domestici residenti per abitazione) e, in caso di accertamento dell’esistenza di una perdita occulta, si vedranno riconoscere dall’assicurazione il maggior costo sostenuto per l’acqua consumata imputabile alla perdita, dopo l’applicazione delle tutele già riconosciute da Acque Veronesi. In sostanza, in caso di perdita occulta, l’utente assicurato pagherà il costo del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione che avrebbe utilizzato in assenza di perdita.

LEGGI ANCHE: Verona nelle top 200 università al mondo per parità di genere

A tutti gli utenti, anche quelli non assicurati, Acque Veronesi rimborsa già l’intera maggiorazione dei costi di fognatura e depurazione sul consumo anomalo e applica uno sconto di circa il 60% dell’acqua consumata a causa della perdita. È opportuno ricordare che il monitoraggio delle perdite sull’impianto idrico privato è responsabilità di ogni cittadino o impresa, mentre il gestore, in questo caso Acque Veronesi, è responsabile della rete fino al contatore.

Fa parte dell’impianto privato tutto il complesso di tubazioni che parte dall’uscita del contatore, passa per i punti di utilizzo (lavandini, elettrodomestici, wc…) e raccoglie l’acqua usata fino al pozzetto di ispezione della fognatura.

In occasione dell’avvio di questo nuovo servizio, Acque Veronesi ha voluto inviare a tutti gli utenti un questionario di gradimento sull’Azienda e sulle sue attività. Agli utenti domestici che compileranno il questionario, attiveranno (o hanno già attivato) la domiciliazione bancaria e la bolletta via e-mail, Acque Veronesi regalerà la polizza perdite occulte fino al 31/12/2024 (la polizza si rinnoverà poi automaticamente al costo di circa 10 euro l’anno).

LEGGI ANCHE: Verona nelle top 200 università al mondo per parità di genere

Le interviste

Il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli ha affermato: «La polizza è uno strumento che Acque Veronesi ha voluto per i suoi utenti e, proprio per questo le sue clausole sono state concordate con il Consiglio di Bacino, che è l’Autorità di controllo di Acque Veronesi e con le associazioni dei consumatori. Questo la rende vicina alle esigenze dei cittadini e per loro vantaggiosa. Oltre a ciò, oggi presentiamo un questionario di gradimento che manderemo a tutti i nostri 358.000 utenti, per conoscere la loro reale percezione sulle nostre attività. Ciò ci offrirà importanti spunti per continuare a migliorare le nostre attività a favore dei nostri utenti».

Il presidente del Consiglio di Bacino, Bruno Fanton, ha aggiunto: «La questione delle perdite occulte è conosciuta e consolidata. A completamento delle ordinarie iniziative volte a limitare il più possibile i danni, che ricadono sugli utenti, si è disposta, con l’indispensabile collaborazione di Acque Veronesi, la possibilità per l’utenza di sottoscrivere una polizza del costo di pochi euro, a garanzia del pagamento delle bollette a seguito delle “famigerate” perdite occulte, che in taluni casi possono essere di importi pesanti. Come ATO, ringraziamo Acque Veronesi per aver esperito in tempi brevi le procedure che hanno permesso la definizione di questa importante operazione. Ringraziamenti vanno anche alle Associazioni di categoria per la proficua collaborazione».

Davide Cecchinato, infine, ha concluso: «Le Associazioni di consumatori veronesi accolgono con favore l’istituita procedura assicurativa a copertura delle perdite occulte. Gran parte dei reclami presentati dalle associazioni riguardano questo tema e una soluzione anticipata come quella proposta può calmierare il contenzioso».

LEGGI ANCHE: DDL Autonomia, arriva il via libera della Camera: è legge