Abitare a regola d’arte, la rete di Confartigianato Verona

Abitare a regola d'arte

Nuova tappa del percorso che Confartigianato Verona ha avviato per arrivare ad un traguardo ambizioso: mettere in rete il vasto “mondo dell’abitare”, inteso come pianeta sul quale si muovono i cittadini committenti e tutti gli operatori che partecipano alla progettazione, costruzione e finitura di una abitazione.

Dopo l’accordo siglato tra la principale associazione di rappresentanza delle imprese artigiane della provincia, e i tre sindacati dei lavoratori dei settori edilizia e costruzioni, Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil, con l’obiettivo di promuovere la diffusione delle competenze e l’applicazione delle migliori esperienze nel campo degli edifici ad altissima efficienza energetica e del vivere sostenibile, oltre all’adozione di sistemi più efficienti per migliorare la sicurezza dei lavoratori nei cantieri, nella giornata di sabato 1 dicembre si è tenuto l’evento “Abitare a Regola d’Arte”. Questo il titolo del convegno organizzato da Confartigianato Verona e Confartigianato Abitare Verona, il nuovo marchio dell’abitare al quale l’Associazione ha dato vita per coordinare tutte le iniziative dedicate al cosiddetto ‘sistema-casa’ in provincia di Verona, a partire dal 2019.

L’Auditorium della Camera di Commercio di Verona, a partire dalle 10, ha accolto un centinaio tra imprenditori e artigiani delle categorie Edilizia, Impianti, Legno e Arredo, Meccanica, assieme a Tappezzieri, Marmisti, Fabbri, Imprese del Verde e a tutti coloro che hanno parte nella costruzione di un’abitazione, seduti al fianco di architetti e progettisti.

“Credo molto in questa iniziativa che considero un punto di partenza – ha affermato nel suo intervento Andrea Bissoli, Presidente di Confartigianato Verona – per un progetto che farà finalmente dialogare in maniera costruttiva chi le abitazioni le pensa e chi le costruisce. Ciò, ne sono certo, aprirà orizzonti la cui vastità è difficilmente preventivabile, con l’obiettivo di rilanciare un comparto che, di fatto, rappresenta il 70% delle imprese artigiane e di piccole e medie dimensioni”.

L’evento è stato realizzato con il contributo di Edilcassa Veneto ed Ente Bilaterale Artigianato Veneto (Ebav), in collaborazione con l’Ordine degli Architetti della provincia di Verona, le tre sigle sindacali provinciali, il Comitato Paritetico Regionale per la Sicurezza in Edilizia (Cpr), la Camera di Commercio di Verona, e il sostegno di Intesa Sanpaolo.

“Accogliamo con grande entusiasmo e interesse l’apertura di questo canale di dialogo con il mondo delle piccole imprese – sono state le parole di Matteo Faustini, Vicepresidente dell’Ordine degli Architetti – e siamo certi che riusciremo ad avvicinare due realtà spesso ritenute scarsamente avvicinabili, i progettisti e gli imprenditori che danno concretezza alle loro idee”.

“Abitare a Regola d’Arte” si è sviluppato da un convegno pubblico al mattino, per dividersi poi, nel pomeriggio, in workshop settoriali, con l’apertura di ben quattro tavoli tematici differenti, distribuiti in altrettante sale della sede camerale e dedicati a quattro ambiti e categorie imprenditoriali coinvolte nel “sistema-casa”.

Abitare a regola d'arte

A condurre il convegno l’architetto Sophia Los, con l’accompagnamento delle vignete “visual thinking” del disegnatore Davide Charlie Ceccon. Di spessore e prestigioso il video-intervento inviato da Ernesto Sirolli, esperto internazionale di sviluppo imprenditoriale, nonché fondatore e presidente del Sirolli Institute for Enterprise Facilitation di Sacramento (Usa), che, in collaborazione con i governi, sostiene il lancio di nuove attività imprenditoriali in tutto il mondo, promuovendo la cultura del valore imprenditoriale calato nella comunità nel quale esso si inserisce. A seguire la testimonianza di Alessandro Fossato, imprenditore visionario e innovativo, Ceo di Interlogica, software house di grande successo nazionale ed internazionale, che si pone come facilitatore del cambiamento tecnologico all’interno del tessuto imprenditoriale. Entrambi hanno richiamato gli imprenditori ad un’assunzione di responsabilità verso le relazioni con i colleghi, i competitori, i rappresentanti di altre discipline correlate. Proprio l’intervento di Sophia Los ha rilanciato il tema “Architettura come relazione”.

Nel pomeriggio, i Pittori si sono dedicati alle “Tipologie diverse di isolamenti e finiture per differenti supporti: uno strumento critico per valutare. Aspetti tecnici e normativi”, workshop condotto da Francesco Rizzi del Cmr, Center Materials Research di Vicenza, laboratorio specializzato in analisi e prove sui materiali da costruzione; gli Edili hanno affrontato il tema “Il terremoto: come rendere sicure le costruzioni in cui viviamo”, con l’intervento dell’ingegnere Nicolò Giovanni, e a seguire Gianluca Bassiato, coordinatore del Comitato Paritetico Regionale per la Sicurezza in Edilizia, ha presentato le prestazioni che il Cpr riserva agli aderenti ad Edilcassa Veneto. Per gli Installatori di Impianti, l’architetto Giovanni Traverso ha “illuminato” i presenti su “L’inquinamento luminoso: comfort, sicurezza e salute”; mentre con le imprese della categoria Legno e Arredo hanno continuato sulla strada dell’ampliamento delle collaborazioni, discutendo di “Artigiani e architetti costruiscono insieme – Conversazione ed esempi pratici di interfaccia tra i diversi operatori del legno: costruzione in legno, arredi, serramenti e pavimenti”, sotto la guida dell’architetto Sophia Los.

“Siamo in un momento cruciale – conclude il Presidente di Confartigianato Verona, Andrea Bissoli – nel quale non va assolutamente perso il valore degli sforzi compiuti da tutti noi, sino ad ora, per resistere nel corso della crisi economica e per tentare di uscirne. Al nostro fianco vorremmo governanti in grado di comprendere le esigenze nuove delle nostre aziende, createsi proprio durante questa sessione di resistenza. Dall’attività di governo, con la manovra finanziaria, stanno arrivando alcune luci, ma anche molte ombre. Per questo, come Confartigianato Verona – ha ricordato Bissoli – prenderemo parte alla manifestazione del 13 dicembre, a Milano, organizzata da Confartigianato nazionale, con la quale intendiamo stimolare il Governo a mettere in atto politiche vere a favore delle imprese, ad ascoltare sul serio la nostra voce, a dare nei fatti al Paese le opportunità di cui ha bisogno per progredire e svilupparsi ed evitare stagnazione e recessione. Colgo l’occasione di questo appuntamento per iniziare ad invitare gli imprenditori veronesi a mettersi in contatto con la nostra associazione per prendere parte alla manifestazione”.