-30% di immatricolazioni a Verona, la peggiore del Veneto

A Verona il 2020 ha visto un drastico calo di immatricolazioni, il 30,69% rispetto al 2019 (21mila e 638 veicoli contro 31.217). In ascesa le vendite di auto ibride ed elettriche: in Veneto le ibride hanno registrato un balzo del 73,3%.

auto automobile macchina immatricolazioni concessionaria veicolo mercato automobilistico motori

L'”annus horribilis” delle autovetture chiude, in provincia di Verona, con un calo di immatricolazioni del 30,69% rispetto al 2019 (21mila e 638 veicoli contro 31.217) e un dato di parziale ripresa nel mese di dicembre, che ha registrato una flessione di “appena” il 12,20% (1.965 veicoli immatricolati, erano stati 2.238 nell’ultimo mese del 2019).

Leggi anche: Proroghe e bolli auto: un po’ di chiarezza

Il calo veronese peraltro, stando alle rilevazioni Unrae, è il più pesante di tutta la regione: in Veneto la flessione “anno su anno” è del 27,78% con Rovigo che performa meno peggio delle altre province (-22,31%) e Vicenza (-29,69%) che si avvicina al dato veronese. In ascesa le vendite di auto ibride ed elettriche: in Veneto le ibride hanno registrato un balzo del 73,3% (18.261 mezzi), le elettriche del 180% (2.315), le ibride plug-in del 291% (2.096 vetture vendute).