“Viaggiatori&Migranti”, l’incontro con il regista Alfie Nze

Si terrà venerdì 11 gennaio, alle ore  20.30 in Sala Africa dei missionari comboniani di Vicolo Pozzo 1, il consueto appuntamento  del Festival del Cinema Africano tutto l’anno con la sezione dedicata al tema migratorio, l’oramai storica e apprezzata “Viaggiatori&Migranti”, che, come lo scorso anno, proporrà al pubblico presente in sala Africa, ogni secondo venerdi del mese, da gennaio a maggio, la selezione dei film scelti dalla Direzione artistica del FCA.

Si inizia con tre proiezioni. Il primo appuntamento è con “Buonanotte” di Caterina de Mata, un cortometraggio d’animazione, ambientato in un condominio fatiscente di una periferia italiana, dove vivono inquilini di etnie diverse. Il palazzo, vuoto di giorno, si anima al calare della sera, quando tutti rientrano nelle loro case. I diversi suoni, sovrapposti l’uno all’altro, creano rumore, rabbia ed inimicizia; ma il rumore può trasformarsi in musica e un grigio palazzo di periferia può diventare un’esplosione di colori.

Il secondo è un documentario del regista Fred Kudjo Kuwornu “Blaxploitalian – 100 anni di afrostorie nel cinema italiano” in cui si indaga la presenza dei neri nel cinema italiano. L’intento è quello di porre l’attenzione su una presenza mai storicamente rilevante e vittima di ‘tipizzazione’ da parte di sceneggiatori, registi e produttori italiani, e superare gli schemi per cui molti gruppi etnici e sociali sono relegati ai ruoli di clandestino, rifugiato, spacciatore, prostituta ecc.

A chiudere la serata sarà il cortometraggio “Granma” di Alfie Nze e Daniele Gaglianone, in cui si racconta la storia di Jonathan, un giovane di origini Igbo nato a Lagos, con la passione per la musica. Il ragazzo, mentre sta registrando un pezzo hip-hop scritto da lui, riceve una tragica telefonata: suo cugino Momo, che stava tentando di raggiungere illegalmente l’Italia è morto durante la traversata del Mediterraneo.La nonna di Jonathan viene incaricata dalla famiglia di portare la triste notizia alla sorella, la nonna di Momo, che abita in un villaggio della Nigeria. L’anziana chiede al nipote di accompagnarla. Durante il lungo viaggio in autobus i due hanno l’opportunità di parlarsi…

Il regista, Alfie Nze, di origine nigeriana e naturalizzato italiano, sarà presente alla proiezione.