Verona Minor Hierusalem diventa Fondazione

Il Progetto Verona Minor Hierusalem diventa Fondazione a partire da quest’anno, con l’intento di promuovere le chiese del territorio attraverso l’impegno di 500 volontari e studenti.

Dopo l’inaugurazione del Progetto il 25 novembre 2016, Verona Minor Hierusalem parte come Fondazione il 16 gennaio 2019. Il passaggio, voluto dalla Diocesi di Verona con lo scopo di riunire le istituzioni del mondo ecclesiale, laico e culturale.

La Fondazione vede il coinvolgimento di oltre 500 volontari e studenti dell’Alternanza Scuola Lavoro che con il loro impegno accolgono i turisti e cittadini in 16 chiese del territorio veronese, dando quindi una grande opportunità anche a quelle meno conosciute nel territorio.

Il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione è stato nominato dal Vescovo Mons. Giuseppe Zenti con 5 membri: Martino Signoretto, presidente e ideatrice del progetto oltre che Vicario per la Cultura della Diocesi di Verona, Corrado Ginami, vicepresidente, Federico Sboarina, Consigliere e Sindaco di Verona, Chiara Tommasini, Consigliere e Presidente Centro Servizi Volontariato di Verona e Vicepresidente Nazionale CSVnet e Pierluigi Sacco, Consigliere e Professore Ordinario di Economia
della Cultura.

È previsto anche un Comitato di Indirizzo, presieduto anch’esso dal Presidente della Fondazione. Il Direttore è Paola Tessitore, responsabile e coordinatrice del Progetto Verona Minor Hierusalem, una città da valorizzare assieme.

Come simbolo della Fondazione è il sigillo del 1474 con l’effige di San Zeno. Con questo sigillo la Città di Verona era  ufficialmente legata alla città di Gerusalemme.