Unione Europea: Unione di Stati o comunità di popoli?

Quinto appuntamento venerdì 12 aprile con il ciclo di incontri su “2019: L’Europa a un bivio della storia – Radici, Identità e Futuro”. Il prossimo appuntamento, che si svolgerà nell’Auditorium del Banco BPM a Verona, vedrà come relatori il prof. Ernesto Galli Della Loggia, storico ed editorialista, e l’ambasciatore Jan Tombiński, capo delegazione UE presso la S. Sede e l’Onu.

A maggio gli italiani sceglieranno i propri rappresentanti presso il Parlamento europeo, ma è forte la coscienza che la sola unione monetaria, con l’euro, o l’eventuale unione politica non siano affatto sufficienti se non si riscopre una visione antropologica comune a tutti i popoli europei.

Per favorire la consapevolezza dell’importanza della riscoperta delle radici originarie della civiltà europea, un gruppo di associazioni veronesi e di rilievo nazionale propongono un ciclo di conferenze, come un cammino per riscoprire quei principi che soli possono essere il fondamento della Comune Casa Europea. Il prossimo e quinto appuntamento del ciclo “2019: L’Europa a un bivio della storia – Radici, Identità e Futuro“, si terrà venerdì 12 aprile, alle 20.45, presso l’Auditorium del Banco BPM in Viale delle Nazioni 4, e avrà per titolo: Unione Europea: Unione di Stati o comunità di popoli?.

Tra i relatori, il prof. Ernesto Galli Della Loggia, storico ed editorialista e l’ambasciatore Jan Tombiński, capo delegazione UE presso la S. Sede e l’Onu. A moderare la serata sarà il prof. Mario Tesini dell’Università di Parma.

In questa quinta conferenza i relatori cercheranno di maturare una valutazione critica, ragionata e consapevole di quali devono essere i principi antropologici irrinunciabili e fondanti di una pacifica, profonda, proficua, ed equa convivenza dei popoli europei, perché l’Europa torni ad esser guida della civiltà e promotrice del vero bene comune. I temi toccati riguardano: la necessità di un rinnovamento dell’Unione europea; i principi storicamente fondamentali della comune casa europea; la tutela e la promozione delle radici e dell’identità di ogni nazione europea, autentica ricchezza della civiltà europea; la visione dell’Europa non come Unione di Stati ma come Comunità di Popoli, via maestra per garantire durevolmente lo sviluppo della pace e della solidarietà nella sussidiarietà tra i popoli d’Europa.

Tra le associazioni che organizzano l’iniziativa: Associazione Città e Famiglia, Associazione Custodiamo, Associazione Doctor Humanitatis Percorsi Tommasiani, Associazione Giuristi per la Vita, Associazione La Pieve, Associazione Vivere Salendo, Circolo Culturale Enrico Medi, Critica Scientifica di Enzo Pennetta, Fede & Cultura – La buona stampa, Fondazione Incendo, M.E.I.C. (Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale) – Gruppo di Verona, Osservatorio Internazionale della Dottrina Sociale della Chiesa Card. Van Thuan.