Traguardi lancia «La città del futuro»

In programma sabato 29 maggio a Villa Mirandola (Settimo di Pescantina) una tavola rotonda con dieci ospiti esperti per parlare di crescita economica sostenibile, tutela dell'ambiente come vettore di sviluppo, un nuovo patto fra generazioni, miglioramento della qualità della vita in città e valorizzazione delle risorse culturali.

Villa Mirandola a Settimo di Pescantina
Villa Mirandola a Settimo di Pescantina

Il movimento civico Traguardi lancia l’evento «La città del futuro», una tavola rotonda sui temi fondamentali per la Verona di domani che verranno affrontati e discussi insieme a chi mette a disposizione le proprie professionalità per accelerare il cambio di passo tanto necessario alla città.

L’appuntamento è per sabato 29 maggio alle 10.30 nel parco di Villa Mirandola – Don Milani Middle School, a Settimo di Pescantina in via Mirandola, 63. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, ma la prenotazione è necessaria e va effettuata registrandosi sul sito internet di Traguardi al link https://www.traguardi.org/i-nostri-progetti/la-citta-del-futuro/?trgd=1.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo Barbieri dal consigliere comunale Tommaso Ferrari, leader di Traguardi, presenti Pietro Trincanato, presidente di Traguardi; Beatrice Verzè, vicepresidente di Traguardi; Giacomo Cona, segretario di Traguardi; Alberto Butturini, membro del consiglio direttivo di Traguardi.

«Crescita economica sostenibile, tutela dell’ambiente come vettore di sviluppo, un nuovo patto fra generazioni, miglioramento della qualità della vita nelle città e valorizzazione delle risorse culturali sono i cinque temi attorno ai quali si articola il progetto di Traguardi, perché è questo il campo su cui Verona giocherà il suo futuro», spiega Tommaso Ferrari. «Ne parleremo con dieci ospiti, dieci voci di competenza ed esperienza, tutti esperti nei settori cruciali della ripartenza, per definire strategie e priorità con cui affrontare, e vincere, le sfide di questa epoca di grandi trasformazioni. La partita è fondamentale e possiamo giocarla solo mettendo in campo le migliori energie, necessarie per innescare il cambiamento che Verona aspetta da quindici anni» affermano i promotori.

Il programma

  • ECONOMIA E SOCIETÀ NON CRESCONO INSIEME

La Verona che immaginiamo deve essere in grado di ospitare idee innovative ed essere terreno fertile per il mondo delle imprese. Solo grazie alla valorizzazione delle competenze, a investimenti mirati e partnership strategiche tra pubblico e privato, la società può essere protagonista del futuro, per una città attrattiva e inclusiva.

Si confrontano:
Giordano RielloImprenditore
Erica Dal DeganConfcooperative Verona
Giacomo ConaTraguardi

  • L’AMBIENTE NON È UN’OPPORTUNITÀ

Ambiente come sinonimo di innovazione, progettazione, trasformazione, fonte di opportunità e lavoro. L’ambiente urbano che vogliamo vedere a Verona è improntato alla crescita, ma anche al rispetto del suolo, ed è capace di sfruttare quanto già esistente per rinnovarlo e migliorarlo.

Si confrontano:
Giorgio MionProfessore associato di Economia Aziendale, Università di Verona
Catherine DezioTraguardi
Federico TestaPresidente ENEA

  • I QUARTIERI NON SONO A MISURA DI PERSONA

Verona non è solo centro storico: al di là delle mura c’è una città che merita di essere valorizzata e riportata al centro dell’attenzione pubblica. Verona può diventare una città poli-centrica, moltiplicando le opportunità di investimento e riportando il cittadino al centro della pianificazione urbana. Una città a 15 minuti che offre agli abitanti tutto il suo potenziale, grazie ai servizi di prossimità.

Si confrontano:

Italo Sandrini, Acli Verona
Carlo RugiuDirettore UOC Nefrologia e dialisi, Legnago
Beatrice VerzèTraguardi

  • NON È UNA CITTÀ PER GIOVANI

Nella città del futuro i giovani sono a capo di imprese innovative e all’avanguardia. Dopo l’esperienza universitaria, imprenditrici e imprenditori cercano luoghi dove poter mettere radici, anche a lungo termine. Perché rimangano a vivere e a lavorare a Verona, la città deve essere in grado di accogliere e sostenere l’imprenditoria giovanile e di costruire poli di aggregazione per ridare loro un luogo dove costruire progetti e solide relazioni per il futuro.

Si confrontano:

Elena CaricasoleMezzopieno Studio
Luisa CeniACISJF – Protezione della giovane
Alberto Butturini, Traguardi

  • CON LA CULTURA NON SI MANGIA

La cultura è cibo per la mente ed energia fondamentale per il rilancio della città. Sogniamo Verona come una delle principali città europee e internazionali, polo attrattivo per i giovani e la cultura, non solo ambìta meta turistica. Sogni ambiziosi nascono da un patrimonio artistico e culturale da valorizzare e da cittadini in grado di generare crescita grazie allo sport e alla formazione.

Si confrontano:
Paola Marinigià direttrice delle Gallerie dell’Accademia di Venezia e ora presidente dei Comitati internazionali per la difesa di Venezia
Damiano Tommasigià Presidente AIC – Associazione italiana calciatori
Pietro TrincanatoTraguardi

Introduce e concludeTommaso Ferrari, consigliere comunale e leader di Traguardi

Modera Mario Puliero, direttore di TeleArena

L’evento si terrà all’aperto, nel rispetto delle normative per il contenimento del viru Sars-Cov-2 attualmente in vigore. In caso di maltempo, l’evento si terrà ugualmente presso uno spazio al coperto. Traguardi informerà tempestivamente, e con congruo anticipo, dell’eventuale spostamento.

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈

SEGUI DAILY VERONA
ANCHE SU
👉 GOOGLE NEWS 👈
A QUESTO LINK