Poesia e dono: premiate le finaliste del concorso Fidas Verona

Sensibilizzare la popolazione al tema della donazione di sangue e al tema dell’amicizia. Con questi propositi è partito il concorso organizzato da Fidas Verona, che ha consegnato i premi a tre poetesse.

Un riconoscimento importante quello consegnato sabato 17 febbraio nella sala Farinati della biblioteca civica, dove tre donne sono state premiate nell’ambito dell’8° concorso di poesia La carezza di un verso. Il contest, organizzato a livello nazionale dall’associazione di donatori di sangue Fidas Verona in collaborazione con il comune scaligero, è stato inserito nella manifestazione di Verona in Love.

Premiate dal presidente di Fidas Verona Massimiliano Bonifacio e dal coordinatore del premio Rolando Imperato, due delle tre poetesse, prime classificate parimerito, sono veronesi: Lucia Beltrame Menini, con Silenzio e luce, componimento ricco di reminiscenze letterarie e di immagini prese dalla natura, e Nerina Poggese di Cerro Veronese, con Culla d’abbracci, testo ricco di immagini che si rifanno al gesto generoso della donazione del sangue. La seconda classificata, Nuccia Isgrò, viene invece da Milazzo in provincia di Messina e si è aggiudicata il premio con la poesia Amicizia.

All’appuntamento, che ha aperto i festeggiamenti per i 20 anni di attività di Fidas Verona in programma il prossimo 14 aprile all’auditorium della Camera di Commercio di Verona, ha preso parte anche Fabrizio Caramagna, autore dell’aforisma diventato il tema del contest: “Quando sei triste, un amico ti apre il cuore e vi getta manciate di luce”. Le poesie vincitrici, giudicate dalla giuria composta da Sara Bertagna, Mariateresa Zordan e Chiara Tardivo, saranno pubblicate sul sito web www.fidasverona.it.