XI Premio Zorzella: domani la serata conclusiva

premio zorzella - jazz -11 marzo

A partire dalle 21 si esibiranno tre band con cui il musicista Luciano Zorzella ha collaborato. Nel corso della serata sarà poi assegnato il Premio al giovane chitarrista Marcello Abate.

Dedicato al batterista e jazzista veronese scomparso nel 2006, martedì 6 marzo alle 21 al Teatro Camploy sarà consegnato l’XI Premio Luciano Zorzella. Il riconoscimento sarà assegnato nel corso della serata Ricordando Luciano.

Il vincitore del Premio Zorzella, il chitarrista classe 1990 Marcello Abate, ha frequentato il conservatorio “L.Campiani” di Mantova prima di iniziare l’attività concertistica attorno ai 15 anni. Il giovane musicista, che ha anche partecipato alla registrazione del disco dei Workout 4et Cool Wheels e al recente disco dei Jazz and the City Trio, riceverà una borsa di studio di 1.000 euro erogata da Doc Servizi, un anno di consulenza gratuita da Doc Live, l’esibizione all’O Live Jazz Festival di Cavaion del 28 giugno e una targa di riconoscimento.

L’evento, organizzato e istituito da Doc Servizi in collaborazione con il Circolo del Jazz di Verona e il CSM College, con il patrocinio del Comune di Verona e il contributo di Amia, si svolgerà sotto la direzione artistica di Marco Pasetto.

Presentatrice della serata sarà Lella Carcereri che introdurrà sul palco tre band con cui ha collaborato Zorzella e che si esibiranno a partire dalle 21: Storyville Jazz Band, Big Band Ritmo Sinfonica Città di Verona diretta da Marco Pasetto e University Big Band diretta da Massimo Greco.

Novità di quest’anno è stata anche l’istituzione del premio dedicato a Gino Farenzena, musicista della Big Band Città di Verona che ha suonato, arrangiato e trascritto moltissimi brani. Il riconoscimento è stato assegnato a Daniele Rotunno, veronese diplomato nel 2015 in pianoforte al conservatorio “Dall’Abaco” di Verona e pianista della Big Band Ritmo Sinfonica Città di Verona dal 2002.

Inoltre, per questa edizione, in occasione del 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini, i compositori hanno arrangiato una sua composizione in versione jazzistica per concert band. Per il vincitore una targa di riconoscimento e l’esibizione dal vivo dell’arrangiamento di Mi Lagnerò Tacendo.