Un viaggio sull’importanza della poesia nei bambini, e non solo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica 3 febbraio al Conservatorio di musica dall’Abaco di Verona andrà in scena Parole e Musica in filastrocca fanno ridere il cuore e anche la bocca, un concerto spettacolo che coinvolgerà alcuni giovani musicisti dello stesso istituto e la Fondazione Aida.

Si può raccontare il mondo in rima? E si può raccontarlo con i suoi stessi suoni? Lo si può fare, anche perché il mondo stesso è suono: il cinguettio degli uccelli, il frusciare delle foglie al vento, il tuono, il sorriso e il pianto dell’uomo, la parola. Parole e Musica in filastrocca fanno ridere il cuore e anche la bocca è un concerto spettacolo in programma il 3 marzo alle ore 16.00 al Conservatorio Dall’Abaco di Verona.

L’evento è inserito all’interno della rassegna Famiglia a Teatro. Pino Costalunga, condirettore artisticoguiderà l’ensemble composta da numerosi cantanti e musicisti italiani e stranieri, per la maggiore cinesi: Li Anni, cantante lirica e pianoforte, Hyunjin Kim, Li Xinwei, Wang Lujie, Weng Yu, Xu Yznoi e Sheng Kim, cantanti liriche, Viviana Gaspari, Emanuela Lamorgese e Fabiana Zanoletti, al canto jazz, Edward Avallone alla chitarra jazz e Sara Alessandrini alla batteria e percussioni.

A partire dai suoni tipici dell’infanzia quello delle ninne-nanne, delle conte e delle filastrocche, lo spettacolo arriverà al racconto, e in particolare alla poesia. Tra i testi si segnalano L’usignolo del drammaturgo svedese August Strindberg, Il rap degli animali di Bruno Tognolini, ed alcuni estratti da opere di Gianni Rodari, Roberto Piumini e Janna Carioli, oltre che dallo stesso Costalunga. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Verona.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.