Un “racconto musicale” per prendersi cura dell’altro

Domenica 9 settembre alle 18 il borgo medievale di Campo ospiterà l’emozionante performance “La Cura degli Angeli”, organizzata dall’associazione La Cura Sono Io con il Gruppo CTG Brenzone.

Tra gli olivi e il cielo, sullo sfondo del Lago di Garda, il borgo medievale di Campo di Brenzone ospiterà domenica 9 settembre alle 18 la performance artistico-musicale La cura degli angeli, organizzata dall’associazione La Cura Sono Io con il Gruppo CTG Brenzone. Una prima assoluta di un emozionante “racconto in diretta” ideato e animato dalla presidente de La Cura Sono Io Maria Teresa Ferrari con accompagnamento musicale dell’arpista Cecilia Soffiati e letture di Sandra Ceriani. A conclusione, un aperitivo insieme. L’ingresso è libero.

Al centro della performance un monologo toccante sull’importanza del “prendersi cura” dell’altro anche attraverso la vicinanza, la partecipazione e la solidarietà. Contesto di eccezione l’antico borgo immerso nella natura.

“Non poteva esserci cornice più magica di questo antico borgo dove si respira storia e pace per mettere in luce la fatica del dolore e la potenza dell’amore, al fine di rinascere ogni giorno”, anticipa Maria Teresa Ferrari che, dopo l’esperienza di un tumore, ha fondato una associazione mirata a supportare persone malate e non, attraverso progetti di benessere e di bellezza per stare meglio in ogni condizione psico-fisica.

“Siamo molto felici di questa iniziativa che si inserisce perfettamente in un borgo di rilievo nel contesto lacustre”, continua Sonia Devoti, presidente del Gruppo CTG Brenzone. “Sarà solo l’inizio di una felice collaborazione con La Cura Sono Io di cui condividiamo gli obiettivi e i progetti”.

In caso di maltempo la performance si svolgerà nel salone Garda Family House in via Nascimbeni, 12 a Castelletto di Brenzone.

L’associazione La Cura sono Io è nata nel 2017 per iniziativa della sua presidente, Maria Teresa Ferrari, scrittrice e curatrice di eventi d’arte e di cultura, che a 50 anni ha dovuto affrontare un carcinoma mammario e terapie oncologiche. Dalla sua motivazione a una rinascita, l’idea di “progettare bellezza, nonostante” insieme a tutte le donne, alimentando una community su Facebook: un impegno che le è valso il Premio Victoria 2017 con Maria Grazia Cucinotta, promosso da Procter & Gamble in collaborazione con la “27esima ora” del Corriere della Sera. Per ritrovare il proprio ben-essere e risvegliare e sostenere l’amore della persona per se stessa e la propria vita, l’associazione promuove progetti che dall’ambito oncologico si estendono alle arti in genere, anche grazie al sostegno della Fondazione Cattolica, che sono stati presentato il 10 gennaio alla Camera dei Deputati a Roma. Primo tra tutti, “I sogni di Terry”, che comprende una collezione di cappelli e copricapi estrosi e anallergici, portatori di messaggi positivi, pensati in particolare per chi vive la nudità improvvisa della sua testa, causata dalla chemioterapia o da altre patologie.

Associazione Culturale La Cura Sono Io – cell. 329 0140241www.lacurasonoio.it segreteria@lacurasonoio.it