Sofar Sounds, la musica segreta che arriva a domicilio

Musica

Musica “da una stanza”, musica intima. Arriva dall’Inghilterra l’idea di Sofar Sounds, un evento “confidenziale” al buio e a porte chiuse. Nasce perché due amici sono ad un concerto e non riescono ad apprezzarlo a causa del chiacchiericcio unito al rumore dei bicchieri che sbattono uno contro l’altro.

Di Marco Menini

Così decidono di portarsi a casa il gruppo che in quel momento stava suonando, garantendo loro il silenzio che meritano. Ed è così che Sofar prende il volo nel 2009 per poi raggiungere Parigi, New York e sì, negli anni successivi anche Verona. Cos’è lo si può riassumere così: concerti segreti, spazi inusuali e un clima di assoluto rispetto nei confronti della musica.

Un evento per soli intenditori, per chi la musica la ama pulita, senza le ingombranti voci di chi non è interessato. Del programma non si sa niente, al momento della prenotazione, per questo bisogna fidarsi ed essere pronti ad accogliere la sorpresa. Si sa solo che sono in tre ad esibirsi tra artisti, gruppi, ballerine o ballerini.

Lo spazio resta sconosciuto fino a poco prima dell’evento. Ci si può ritrovare seduti su un tetto, un attico, un ufficio, un negozio, una cucina, una camera da letto, ovunque. Ci si può candidare come artisti oppure si può offrire il proprio spazio nella pagina ufficiale, ovvero qui: www.sofarsounds.com