“Da Sbrego a Sfardo”: la musica che unisce dal Veneto alla Sicilia

L’associazione giovanile (E)Vento tra i salici propone per venerdì 23 marzo alle 21 al teatro di Sona, l’evento musicale Da Sbrego a Sfardo. Una serata dedicata all’aggregazione giovanile che guarda oltre gli “squarci” della società odierna, indicati proprio dai termini dialettali veneto e siculo “sbrego” e “sfardo”. Sul palco saliranno il cantautore palermitano Alessio Bondì, il gruppo veronese BestOff e il cantautore vicentino Carlomaria.

Dal Veneto alla Sicilia per promuovere l’aggregazione giovanile, superare le divisioni e gli “squarci” creati dalla società. Da Sbrego a Sfardo tenta proprio questa strada: attraverso due termini in dialetto veneto e siculo, che significano appunto “squarcio”, l’idea è quella di raggruppare diversi cantautori di musica locale e originale che possano raccontare il proprio territorio ed esperienze di vita, partendo proprio da Verona per arrivare fino a Palermo.

La manifestazione, organizzata da (E)Vento tra i salici, si terrà al teatro di Sona il 23 marzo alle 21 e porterà sul palco Alessio Bondì, BestOff e Carlomaria.

Alessio Bondì, cantautore palermitano classe ’88, firma la sua musica con un misto di blues e folk che si sposa perfettamente con la lingua utilizzata: il dialetto siculo. Già vincitore di molti premi, tra cui il Premio De André come migliore interprete nel 2013 e la Targa SIAE al Premio Parodi nel 2014, l’album Sfardo è finalista al Premio Tenco 2015 nella sezione “album in dialetto” ed è il terzo disco emergente più ascoltato su Spotify in Italia.

BestOff è un gruppo nostrano, veronese, formato da Samuele Rossin (voce e chitarra), Nicola Cipriani (chitarra e backing), Matteo Vallicella (basso e backing) e Massimo Avesani (batteria e backing). Sono musicisti di professione con all’attivo numerosi tour e dischi in cui il cantautorato, il folk, l’urban e il pop si fondono dando vita a brani unici.

Carlomaria viene da Vicenza, giovane musicista classe ’93, ha lasciato tutto ed è volato in Australia qualche anno fa cogliendo l’occasione per suonare con musicisti internazionali. Una volta rientrato in Italia inizia a registrare i brani scritti durante il viaggio fino ad arrivare all’incontro con il produttore Jean Charles Carbone che lo porta ad entrare al “Teatro delle voci” studio di Treviso nel novembre 2016. Quest’anno è prevista l’uscita del suo primo Ep.

L’evento, con ingresso ad offerta libera (per un minimo di 5 euro), è organizzato in collaborazione con Progetto Gutenberg, Salmon Magazine, River e Scuola di Musica & Teatro “A. Salieri”.