Musicista derubato lancia un appello sui social

Il musicista Giordano Sartoretti, nella notte dello scorso venerdì 22 febbraio, è stato derubato della strumentazione musicale, che aveva lasciato nell’ auto parcheggiata vicino al Colorificio Kroen. Ha lanciato un accorato appello sui social, con preghiera di diffusione, nella speranza di ritrovare i suoi preziosi strumenti.

Forse l’incubo peggiore per un musicista: vedersi sottratti gli strumenti musicali. Se poi il furto avviene a pochi passi da un locale dove alcuni amici e colleghi stavano suonando, la scoperta è ancora più amara.

Giordano Sartoretti, musicista di Bussolengo, si è ritrovato con il finestrino della sua Fors Focus spaccato e l’interno dell’automobile saccheggiato. Il furto è avvenuto a Verona, in ZAI, più precisamente in via Pacinotti, tra le 00.30 e le 01.45 di venerdì notte.

Sulla sua pagina Facebook ha quindi postato un lungo resoconto di quanto ha perduto, invitando chiunque alla condivisione, nella speranza di ritrovare il materiale, cui è legato affettivamente; infatti, come specifica, non ritiene che la strumentazione sia facilmente vendibile, e quindi teme venga semplicemente distrutta o buttata dai ladri.

Come riporta il post di Sartoretti, in una custodia nera aveva lasciato una tromba, un flicorno, una sordina, due bocchini per tromba, un bocchino per soprano e due stand reggistrumento. In un’altra valigia c’erano microfono, pedale, cavi e riduzioni varie ed un kit di attrezzi, oltre a casse, mixer e due aste microfoniche.

I malintenzionati non hanno risparmiati nemmeno oggetti presenti nell’auto quali sombreri messicani, un tappeto persiano, un altro cappello in pelle e degli occhiali da sole. Molto è lo sconforto e l’amarezza che traspare dalle parole del musicista sui social, e molto è anche l’appoggio dimostrato da fan ed amici.