“Moon & River”, ll Lazzaretto tra musica e cinema

Torna con uno spettacolo dedicato alla musica e al cinema la rassegna Fai l’estate al Lazzaretto, promossa dalla Delegazione del Fondo Ambiente Italiano di Verona per far vivere e mostrare il complesso del Lazzaretto. L’appuntamento è per sabato 18 agosto alle 21 con il Duo Varbondei & Sorelle Brizzi e il concerto Moon & River. 

Nuovo appuntamento con la rassegna di incontri, musica e spettacolo Fai l’estate al Lazzaretto, promossa dalla Delegazione del Fondo Ambiente Italiano di Verona in collaborazione con altre associazioni del territorio per valorizzare il meraviglioso complesso monumentale del Lazzaretto. In programma sabato 18 agosto alle 21 il Duo Varbondei & Sorelle Brizzi presenterà Moon & River un nuovo spettacolo che propone musiche legate a film di grande successo, appartenenti al Novecento.

Protagonisti come al solito gli strumenti acustici: il mandolino e il violino per le parti solistiche e le chitarre per l’accompagnamento e la ritmica, con modi esecutivi che si rifanno a quelli delle orchestrine tradizionali operanti fino agli anni ’60. I quattro musicisti, di diversa formazione, sono legati dall’amicizia e dalla passione per la musica tradizionale.

Il Duo Varbondei si dedica a un repertorio di Folk e Revival e hanno partecipato ai più importanti festival italiani ed europei destinati al ballo tradizionale. Marco Brancalion, al violino, è musicista di formazione classica ma ha suonato a lungo il basso elettrico in formazioni di vario tipo e ha fatto parte dell’ensemble Orchestra popolare delle Dolomiti, contribuendo alla realizzazione del Cd Concier di testa.  Alfredo Nicoletti qui alla chitarra è da sempre dedito alla musica di tradizione come musicista e come ricercatore, ed è stato tra i fondatori negli anni ‘70 del Canzoniere Veronese e, in tempi più recenti, dei Folkamazurka.

Le Sorelle Brizzi, Rita e Fiorenza, sono invece ultime rappresentanti di un mondo mandolinistico veronese purtroppo quasi del tutto scomparso. Avviate fin da bambine allo studio e alla pratica degli strumenti dal padre musicista, hanno fatto parte dell’ultima orchestra a plettri operante nella nostra provincia, il Gruppo Mandolinistico Veronese, diretto dal Maestro Luciano Mantovani.

Il programma delle iniziative, che proseguirà fino all’8 settembre, è rivolto a tutti i cittadini e l’ingresso alle serate sarà libero e gratuito, con la possibilità di una libera offerta a sostegno dell’attività e dell’impegno della Fondazione in territorio veronese. In caso di maltempo alcune serate saranno spostate alla sera successiva.