Harìa: è uscito l’EP omonimo e nuovi concerti in programma

S’intitola semplicemente Harìa l’EP omonimo della band veneziana disponibile da venerdì in tutti gli store digitali e piattaforme streaming pe Vrec Music Label. Quattro brani inediti, tra cui il singolo Futurista che ha anticipato la pubblicazione.

Una versione in CD simil vinil in edizione limitata sarà disponibile ai concerti della band che sarà il 7 Aprile al Piroka Live Pub di Toscolano Maderno (BS) e  l’11 Aprile al Must Pub di Zero Branco (TV).

Editors e Cure risuonano negli arrangiamenti dell’EP registrato, mixato e masterizzato da Luca Castellaro presso il Velvet Recording Studio, mentre le liriche, suggestionate dalla poesia visionaria e dalla scrittura cantautorale di autori della scena musicale italiana contemporanea (Paolo Benvegnù primo tra tutti) accompagnano l’ascoltatore in atmosfere notturne e malinconiche.

Angeliche presenze femminili addolciscono le melodie e reincarnano la purezza di un approccio alla comunicazione non filtrata delle emozioni dello stato umano, che nelle quattro tracce presenti nel disco, portano l’ascoltatore a volerne far parte attraverso melodie e versi a tratti dichiarati intimamente.

«Affrontando il contrasto tra ottimismo e negativismo con cui l’uomo contemporaneo combatte e con una particolare affezione all’immaginario musicale tanto caro a Jim Morrison o Ian Curtis» afferma la band che ha lavorato a lungo in studio per cercare un sound ed una poetica originale grazie al cantato in italiano ed alla voce cavernosa del frontman Giovanni Conigliaro. Sofi, L’autunno di Helèn, Illusione e la già nota Futurista sono solo un primo assaggio del nuovo corso degli Harìa in vista di un album intero in lavorazione.

Harìa è un progetto che nasce a Venezia nel 2016 e che vede l’attuale formazione composta da Giovanni Conigliaro (voce e chitarra), Dennis Ercole (basso), Giuseppe Brunetti (chitarra solista) e Luca Castellaro (batteria). La band ha una forte impronta rock con riferimenti alla musica post wave, con chitarre a volte distorte a volte evanescenti, contraddistinte da un cantato baritonale.

Ascolta  qui il nuovo singolo.