Gli Estonian String Quartet arrivano a Verona con due concerti

Doppio appuntamento con l’Estonian String Quartet, il quartetto d’archi estone che sarà a Verona per la prima volta con due concerti. Si parte stasera all’Academia di Agricoltura, Scienze e Lettere alle 18.30 e si prosegue venerdì 11 alle 20.30 all’Eremo di San Giorgio. I concerti sono organizzati dal progetto Hub del Management Culturale di Fondazione Discanto.

Suonerà nell’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere e nell’Eremo di San Giorgio, a Bardolino, il quartetto d’archi Estonian String Quartet. Gli eventi, parte della rassegna concerti per il progetto Hub del Management Culturale di Fondazione Discanto, si terranno stasera alle 18.30 nell’Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere e venerdì 11 maggio alle 20.30 all’Eremo di San Giorgio.

Il gruppo, vincitore del 2° premio categoria Ensemble al 22° Premio Internazionale di Musica Gaetano Zinetti 2017 e per la prima volta a Verona, si esibiranno nel Quartetto op. 20 n. 2 di Haydn e nel Quartetto op. 110 n. 8 in Do minore di Shostakovich.

L’Estonian String Quartet è un quartetto d’archi estone formato dai giovani violinisti Hans Christian Aavik e Marta Mutso, dalla violista Greten Lehtmaa e dal violoncellista Andres Alexander Metspalu.

L’ingresso al concerto in Accademia costa 8 euro (posto unico) – biglietteria aperta dalle ore 17,30. L’ingresso al concerto all’Eremo di San Giorgio è libero e gratuito. Per informazioni: tel. 045 8538071 –  cell. 392 2231495  info@fondazionediscanto.itwww.fondazionediscanto.itwww.aaslvr.itwww.eremosangiorgio.it