A Casa Boggian si apre il Concorso internazionale Elsa Respighi

Erano presenti anche Giovanni Frigo, presidente del Conservatorio di Verona, e Silvia Bacilieri di Fondazione Cattolica stamane alla conferenza di presentazione della nuova edizione del Concorso internazionale Elsa Respighi. La gara di musica vocale da camera è dedicata alla figura della compositrice, cantante e scrittrice italiana Elsa Respighi e vedrà sfidarsi cantanti e pianisti italiani e stranieri.

Sarà il concerto che si terrà nella Sala delle Musica di Casa Boggian ad inaugurare, giovedì 18 ottobre alle 19.30, la quarta edizione del Concorso internazionale Elsa Respighi. La competizione di musica vocale da camera è dedicata alla figura della compositrice, cantante e scrittrice italiana Elsa Respighi ed è riservata a cantanti e pianisti italiani e stranieri in Duo cameristico “voce-pianoforte” che non abbiano superato il 38° anno di età.

Il programma del concorso è riservato al repertorio vocale cameristico dei compositori italiani in lingua italiana tra fine ‘800 e prima metà del ‘900: dalla Romanza alla Melodia o lirica da camera. La manifestazione ideata e realizzata da Luisa Zecchinelli, presidente del concorso, e Lia Lantieri direttore artistico del concorso, prevede venerdì 19 e sabato 20 ottobre le eliminatorie e le semifinali, mentre domenica 21, dalle 18 alle 20.30, le finali e le premiazioni che si terranno a palazzo Verità – Poeta.

Al concorso sono attesi molti artisti emergenti italiani e stranieri. In questa edizione si esibiranno cantanti e pianisti provenienti da Francia, Canada, Ucraina, Taiwan e numerosi studenti iscritti ai conservatori italiani, da nord a sud, e nelle istituzioni europee affiliate al progetto Erasmus+.

“Il Concorso Respighi – ha sottolineato l’assessore alla Cultura Francesca Briani – rappresenta una proposta di grande qualità e prestigio per la nostra città. In questi anni, si è dimostrata una competizione d’alto livello che, oltre a voler diffondere la conoscenza della musica vocale da camera italiana, sostiene l’interscambio culturale e la reciproca conoscenza tra i giovani musicisti favorendo le opportunità per avviare una carriera concertistica per i più talentuosi e meritevoli”.