Musica e spazio nell’opera di Jacopo Mazzonelli

La mostra Hidden Sound Rooms è visitabile al Giardino Giusti, nel salone nobile appartamento ‘900, fino al 30 giugno 2019. L’allestimento è a cura di Jessica Bianchera, per il ciclo “Ectopie” di Spazio Cordis.

Laureatosi in pianoforte e musica contemporanea all’Accademia Internazionale Tema di Milano, Jacopo Mazzonelli crea sculture, assemblaggi e installazioni che penetrano nei confini intricati tra arti visive e musica. L’artista decostruisce, trasforma e ricompone strumenti musicali esplorando le possibilità di interpretare e visualizzare il suono. Il suo interesse si concentra specificatamente sul “gesto musicale”, su ciò che sta alla base dell’esecuzione rispetto al suono prodotto.

La mostra Hidden Sound Rooms riflette la relazione biunivoca tra ABCDEFG (sette pianoforti mononota portati a termine da Mazzonelli tra il 2015 e il 2016) e lo spazio in cui l’opera è inserita (il salone nobile dell’appartamento ‘900 al Giardino Giusti). Nel cuore del palazzo cinquecentesco si nascondono sette presenze silenti, sette corpi inerti pronti per essere attivati. L’opera è oggetto e soggetto della performance The Act of Touch (frutto della collaborazione con il compositore TOVEL aka Matteo Franceschini).

L’evento è in collaborazione con AGIVERONA Associazione Culturale, Paolo Maria Deanesi Gallery, Galleria Giovanni Bonelli, courtesy Collezione Privata Verona. Per l’occasione, in collaborazione con Alessandro Corubolo e Officina Arte Contemporanea a Vicenza, Jacopo Mazzonelli realizzerà una serie di grafiche d’artista a edizione limitata numerate e firmate. Il ricavato andrà a sostegno dell’attività di Spazio Cordis e sarà interamente reinvestito per supportare nuovi progetti e il lavoro degli artisti. Per informazioni su come ottenerle scrivi a info@spaziocordis.com.