Mondovisioni, anche a Verona la rassegna di documentari d’inchiesta

Due amici, lettori della rivista Internazionale. Sono loro i protagonisti dell’approdo, sette anni fa, della rassegna Mondovisioni a Verona. Prossimo appuntamento lunedì 19, al Cinema San Michele, alle 21, con “What is Democracy”

Li abbiamo incontrati lunedì sera poco prima della proiezione di  “Eurotrump”, un documentario su una delle figura di punta della nuova destra europea, o meglio, antieuropeista (e anti-islamica), Geert Wilders. Sono Massimo Boaretti ed Eugenio Perinelli, due amici di Verona che sette anni fa hanno cavalcato il piacere della lettura della rivista Internazionale, e ne hanno fatto una rassegna di cinema. Sei lunedì consecutivi con documentari su attualità, diritti umani e informazione, scelti ogni anno, e proiettati in anteprima solo al festival di ottobre di Internazionale a Ferrara, dalla rivista stessa.

“Permetteremo al pubblico di viaggiare virtualmente intorno al mondo seduti comodamente nella sala del cinema, vivendo le narrazioni di svariate persone tra cui giornalisti, blogger, registi e comuni cittadini che hanno indagato sulla propria pelle riguardo realtà locali ed internazionali”, scrivono nella presentazione della rassegna curata da CineAgenzia e in collaborazione con Internazionale.

Massimo ed Eugenio si sono rimboccati le maniche e hanno cominciato a pubblicizzare la loro idea, come privati, “noi non siamo un’associazione, e non abbiamo sostegni istituzionali”. E da allora, per sette anni, hanno portato nei cinema veronesi (ora al Cinema di San Michele), i documentari più importanti sulla scena mondiale.

È grazie a loro se oggi anche Verona fa parte di quelle trenta città d’Italia che aderiscono al progetto Mondovisioni in tour.

L’intervista

Il documentario

What is Democracy

In una fase di crisi politica e sociale, il film riflette su una parola che troppo spesso diamo per scontata: democrazia. Dai rivoluzionari esperimenti di autogoverno nell’antica Atene alle origini del capitalismo nell’Italia medievale; dalla Grecia contemporanea alle prese con la crisi finanziaria e l’afflusso di migranti agli Stati Uniti che fanno i conti con il loro passato razzista e il crescente divario tra ricchi e poveri: un viaggio attraverso i secoli e i continenti per capire problemi e prospettive del ventunesimo secolo.

Proiezione in lingua originale con sottotitoli.
Festival: Sheffield Doc/Fest Toronto

Ingresso Intero euro 6,50
Ingresso Ridotto euro 5,00 (studenti, over 60, tesserati cineforum, soci circolo del Cinema Verona e disabili)