Lungadige San Giorgio come non l’avete mai visto

Sarà presentata domani, con un convengo in sala Farinati, l’esposizione fotografica LUNGADIGE. Opere pubbliche nell’area di San Giorgio tra Ottocento e Novecento, realizzata da Associazione AGILE e dalla Biblioteca Civica. Un’iniziativa che si inserisce nel progetto ARCOVER e che tenta di ricostruire per immagini la storia del Lungadige “del Littorio” negli anni ’30 del secolo scorso.

Cento foto, una storia sola, quella di Verona e del suo Lungadige San Giorgio. È il percorso espositivo che documenta la trasformazione della città e della provincia tra il 1920 e il 1950, frutto della selezione meticolosa di immagini reperite dal fondo fotografico del Genio Civile e “assemblate” in una mostra fotografica dall’Associazione AGILE. Un’esposizione, visitabile fino al 9 marzo, che parte idealmente dal 1934, quando partirono alcuni imponenti lavori che ridisegnarono radicalmente la città nella zona di Porta San Giorgio e di riva Sant’Alessio, con la costruzione del nuovo Lungadige “del Littorio”.

La mostra LUNGADIGE. Opere pubbliche nell’area di San Giorgio tra Ottocento e Novecento, realizzata con la collaborazione della Biblioteca Civica, dell’Archivio di Stato di Verona e dell’Archivio Generale del Comune, si inserisce nelprogetto Archivi del Costruito del Territorio Veronese in Rete (ARCOVER), realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariverona, che sta lavorando sulla digitalizzazione, valorizzazione e condivisione del patrimonio archivistico della città, per raccontarne le trasformazioni lungo il Novecento.

A guidare il visitatore una linea rossa tracciata sul pavimento della biblioteca, che catapulta i presenti all’interno di un percorso “tridimensionale” che si intreccia con gli spazi dell’edificio. Una fotografia tra i libri, una attaccata alla parete: la mostra diventa così parte integrante della vita della biblioteca, che viene a sua volta esplorata dal visitatore.

L’esposizione fotografica, curata dagli ingegneri Michele De Mori e Angelo Bertolazzi, è aperta il lunedì dalle ore 14 alle 19, dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle 19 e il sabato dalle ore 9 alle 14.