“Sessanta a Verona”, gli anni d’oro della musica in un libro

Negli anni in cui sembrava che tutti potessero suonare, Verona sfornava dischi e complessi come mai prima. L’autore Moreno Fabbrica rievoca la magia di quegli anni in un libro

Un “catalogo” storico con oltre 900 immagini, dove ritrovare, o ritrovarsi, protagonisti di un periodo che ha segnato la storia della musica italiana. Nel libro “Sessanta a Verona” ci sono le storie, le locandine e le foto dei complessi che l’autore Moreno Fabbrica è riuscito a rintracciare e a riportare in vita. “In quegli anni, spiega l’autore, il terreno era fertile per la nascita delle band, e sembrava che tutti potessero suonare.”

 

Il libro:

Basta avvicinare i due termini “Verona” e “anni Sessanta” perché la memoria abbia un piacevole balzo all’indietro e il battito musicale delle centinaia di “complessi” – per usare l’esatta, datata terminologia – che hanno movimentato quei giorni diventi la colonna sonora del ricordo. L’intento di questa pubblicazione è quello di riunire quanto più materiale possibile in termini di informazioni, documenti, immagini, aneddoti e curiosità per trasmettere al lettore lo spirito di quel periodo, quando la musica e il fermento che ruotava attorno ad essa hanno riempito una pagina della nostra storia che ci fa piacere ritrovare. Prendendo spunto dal primo, ormai esaurito Dopo 30 anni ho rivisto, pubblicato da Cierre edizioni nel 1996 e qui comunque presente in forma rivista e corretta, sono state aggiunte fotografie, notizie, riferimenti; perfino un intero capitolo dedicato alla Memorabilia del periodo. Oltre 900 immagini a corredo di questa sorta di catalogo storico dove ritrovare o ritrovarsi protagonisti di un periodo che ancora riscalda gli animi con l’immediata semplicità di canzoni che hanno tagliato trasversalmente le generazioni per arrivare ai giorni nostri con una vitalità che le mode non hanno saputo spegnere.

Qui il link per acquistare il libro su Amazon.