Roberto Marri: dal romanzo alla poesia

Sarà presentato stasera alle 18 nella libreria Feltrinelli di via Quattro Spade il nuovo libro di Roberto Marri, Primavere Promesse. Il professore veronese, dopo il successo del suo primo romanzo, Sete, torna alla carica  con una raccolta di  34 poesie che toccano diverse tematiche legate alla distanza e all’attesa. A dialogare con l’autore sarà la giornalista Miryam Scandola.

Sono 34 poesie che raccontano l’attesa, la distanza, l’immaginazione, la ricerca del sublime. Così Roberto Marri, dopo il successo del suo libro d’esordio, Sete, torna tra gli scaffali delle librerie veronesi (e italiane) con Primavere Promesse.

Il volume, edito da Prospero Editore, ha la prefazione di Alessandro Quasimodo e sarà presentato alla libreria Feltrinelli di via Quattro Spade stasera alle 18. L’autore, professore di italiano e storia all’istituto statale di istruzione superiore Carlo Anti di Villafranca, dialogherà nel corso della serata con la giornalista Miryam Scandola.

La copertina della raccolta di poesie è stata realizzata da Angelo Ruta, illustratore de La Lettura, l’inserto culturale del Corriere della Sera e rappresenta il Suonatore Azzurro. Tra i letterati a cui si è ispirato Marri anche l’austriaco Rainer Maria Rilke, che l’autore veronese considera come uno dei suoi “intercessori”.