Pagine per i grandi e i più piccoli

scopri i libri del mese per grandi e piccoli.

PAGINE PER I GRANDI

a cura di Chiara Boni

 

Titolo: Gli Innocenti

Autore: Burhan Sönmez

Casa Editrice: Del Vecchio

Traduzione: Eda Özbakay

Pagine: 216

IL LIBRO. Galeotta fu un’Olympus Six, una macchina fotografica di tempi passati, che il protagonista di questa storia cerca in un negozio di antiquariato a Cambridge: al suo posto, però, trova lei, l’iraniana Feruzeh. I due scoprono di condividere molto più del destino comune degli esuli e, tra mille tazze di tè e troppe notti insonni, Brani Tawo, traduttore turco in esilio nel Regno Unito, si ritrova a raccontare a Feruzeh la storia appassionata della sua terra, che fa da sfondo a quella – a tratti incredibile – della sua famiglia.

L’AUTORE. Burhan Sönmez, nato nel 1965 ad Ankara, è stato giornalista e avvocato per i diritti umani. Nel 1996, in un violento scontro con la polizia turca, è rimasto gravemente ferito e si è in seguito trasferito nel Regno Unito per poter essere curato: è rimasto in esilio per diversi anni prima di poter tornare in terra natale. Anche oggi che vive tra Cambridge e Istanbul non ha perso lo sguardo malinconico di chi è stato costretto ad amare la sua terra da lontano.

CURIOSITÀ. Gli innocenti è il secondo romanzo di Burhan Sönmez e anche quello che l’ha portato a farsi conoscere al pubblico italiano. Premiato nel 2011 con il Premio Sedat Simavi, uno dei più prestigiosi riconoscimenti letterari in Turchia, Gli Innocenti è stato anche tra i finalisti dell’edizione 2014 di Scrivere per Amore, il premio letterario internazionale dedicato alla scrittura romantica organizzato dal Club di Giulietta proprio a Verona. Nel 2015 Sönmez è tornato sugli scaffali con Istanbul Istanbul, edito in Italia da Nottetempo.

 

PAGINE PER I (PIÙ) PICCOLI

A cura di Alessandra Scolari

 

Titolo: Verso casa

Autore: Michael Morpurgo

Traduttore: M. Bastanzetti

Casa Editrice: Piemme Collana: Il battello a vapore

Pagine:  187

Età di lettura: Da 11 anni

IL LIBRO. Racconta la storia di Matt, suo nonno e Aman, un bambino in fuga dall’Afghanistan in guerra, con la sua mamma che non rinuncia al figlio. Sono soli e senza un soldo. Aman incontra Ombra, una cagnolina  addestrata a fiutare gli ordigni esplosivi, fuggita durante un’imboscata al suo plotone inglese e data per dispersa. Quando la trova è debole, affamata, ferita dai ragazzi del villaggio. Aman se ne prende cura e Polly-Ombra lo ricompenserà. Perché loro «Non sono vittime, sono persone». Ombra li guiderà verso la salvezza e non solo loro.

L’AUTORE. L’inglese Michael Morpurgo è uno scrittore per l’infanzia di fama internazionale. Ha al suo attivo più di cento romanzi, molti adattati per il grande e piccolo schermo. Figlio di attori, dopo la laurea, insegnò per una decina d’anni. Poi, assieme alla moglie Clare, nel Devon, si dedicò  alla «Fattoria per i bambini di città». Un’associazione che avvicina i bambini di città alla vita di campagna (oltre 2000 i bambini che durante il periodo scolastico trascorrono una settimana in questa fattoria a fare i lavori di campagna). Tra i suoi  libri di maggior successo: Il naufragio dello Zanzibar, Il Regno di Kensuke, La guerra del soldato Pace  e War Horse (1982), trasposto da Steven Spielberg (2011) in una pellicola di successo. Morpurgo per l’impegno, civile e letterario, nel 2006, è stato nominato «Ufficiale dell’Impero Britannico».

CURIOSITÀ. Bella la figura del nonno, un giornalista in pensione, che guardando il cielo canta «When the stars begin to fall…» e stringe con il nipote un connubio perfetto. Matt gli racconta l’avventura dell’amico Aman finito non si sa dove. Il nonno  grazie alle sue entrature va in un campo profughi dove la situazione anche per lui è molto provante, ma non può «perdere l’onore di fronte al nipote». Entra e trova Aman e la mamma, lo guarda negli occhi «erano due pozze di solitudine e disperazione». Ne esce scosso. Guardando le stelle a Matt viene un’altra idea «Li rivogliamo con noi»: diventa anche  il titolo di prima pagina di un articolo che racconta la storia di Aman e la mamma, interrompendo il silenzio.  Un libro dal linguaggio lineare ed incisivo. Anche gli adulti lo leggeranno d’un fiato.