“Galileo Reloaded”: un libro per affrontare l’epoca moderna

Stasera, venerdì 6 aprile alle 18 alla libreria Feltrinelli di Via Quattro Spade, Luciano Canova presenterà il suo nuovo libro, Galileo Reloaded – Il metodo scientifico nell’era della post-verità, una biografia pop (ma rigorosa) che si rivolge ai giovani per spiegargli come affrontare l’epoca in cui viviamo. A dialogare con lui sarà il giornalista Ernesto Kieffer.

Un libro che si rivolge alla gioventù italiana, ma anche ai 114milacervelli in fuga” che si trovano già all’estero. È una storia che vuole essere un esempio di intraprendenza e ambizione quella che Luciano Canova racconta nel suo nuovo libro Galileo Reloaded – Il metodo scientifico nell’era della post-verità. L’autore presenterà il libro stasera alle 18 nella libreria Feltrinelli di via Quattro Spade insieme al giornalista Ernesto Kieffer.

Galileo Reloaded è una biografia anticonformista dedicata al grande pensatore toscano, Galileo Galilei, che si rivolge ai lettori, a distanza di secoli, per fornirgli gli strumenti utili a capire e affrontare l’epoca in cui viviamo. Un momento storico molto simile a quello vissuto da Galilei nel 1600 in un’Italia esposta a false credenze e posizioni preconcette che il grande scienziato ha avuto sempre combattuto per tutto l’arco della sua vita. Un modello da seguire, quindi, quello che viene offerto da Galileo, che invita tutti a emergere dalla bolla mediatica in cui viene rinchiusa molta gente a causa dei social, dei motori di ricerca e dei siti web che non fanno altro che allontanare sempre di più le persone da opinioni contrarie senza tenere in conto il criterio di veridicità. Una pericolosissima distorsione della prospettiva sul mondo contro la quale Galileo e il metodo scientifico hanno tanto ancora da dire e insegnare.

Luciano Canova insegna alla Scuola Enrico Mattei e all’Università di Pavia e collabora con diverse testate di divulgazione, fra le quali lavoce.info, infodata, ilsole24ore.com, glistatigenerali.com. Sempre con Egea ha pubblicato Scelgo, dunque sono.