L’estro poetico dell’anima underground: Kusturica al Teatro Romano

Teatro Romano Festival della Bellezza Emir Kusturica

Racconti e riflessioni si intrecciano a proiezioni di sequenze dei suoi film. Apre con un evento unico il Festival della Bellezza 2019, martedì 28 maggio al Teatro Romano.

Martedì 28 maggio al Teatro Romano di Verona (ore 21.30), Emir Kusturica apre la VI edizione del Festival della Bellezza, quest’anno dedicata al tema “L’Anima e le Forme”.

Emir Kusturica
Emir Kusturica. Foto di Ragan Teodorovic Zeko

“L’estro poetico dell’anima underground” è il titolo dell’evento unico che vedrà protagonista uno dei più originali e celebrati registi della storia del cinema europeo, autore di opere surreali e grottesche con graffianti spunti satirici e memorabili colonne sonore, premiate con la Palma d’oro a Cannes e il Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia.

Racconti e riflessioni si intrecciano alle proiezioni di sequenze tratte da alcuni dei suoi capolavori, dal tenero amarcord di “Ti ricordi di Dolly Bell?” (1981) alla sinfonia tragica de “Il tempo dei gitani” (1989), dal potente affresco corale di mezzo secolo di storia jugoslava, “Underground” (1995), manifesto della fantasia caotica e debordante di Kusturica, all’apolitico, stravagante e catartico “Gatto nero gatto bianco” (1998), fino al recente “On the Milky Road” (2016).

Dialoga con Emir Kusturica Alessandra Zecchini.

Informazioni biglietti:

  • Platea numerata: € 14 (più d.p.)
  • Gradinata: € 10 (più d.p.)
  • Vendita: BoxOffice Verona e sui circuiti Ticketone e Geticket

Promosso dal Comune di Verona, il Festival è organizzato dall’associazione Idem con la direzione artistica di Alcide Marchioro.

Foto di copertina di Davide Limina