“Italia da salvare”, l’evento di Feltrinelli dedicato a Giorgio Bassani

Si terrà questo pomeriggio alle ore 18.00, alla Feltrinelli di via Quattro Spade, 2, l’incontro dedicato a Giorgio Bassani e alla sua opera “Italia da salvare”. All’incontro prenderà parte  Francesco Monicelli, presidente dell’Associazione “Amici dei Civici Musei dell’Arte di Verona” e Marisa Velardita, presidente di Italia Nostra sezione di Verona.

Oltre a essere stato narratore e poeta, consulente editoriale per Feltrinelli e vicedirettore della Rai, Giorgio Bassani fu tra i fondatori di Italia Nostra, associazione nazionale che ha ancora oggi l’obiettivo di diffondere nel paese la cultura della conservazione del paesaggio urbano e rurale, dei monumenti, del carattere ambientale delle città.

L’Italia è un Paese sacro non soltanto per noi, ma per il mondo intero” scriveva Bassani, ai vertici di Italia Nostra per quasi trent’anni. La sua posizione e il suo impegno sono evidenti in questi testi, raccolti e presentati in una nuova edizione ampliata e corretta: interventi, discorsi, lettere, interviste e articoli scritti o pronunciati dal grande intellettuale nell’ambito della sua attività di presidente dell’associazione, dal 1965 al 1980, e come presidente onorario negli anni
seguenti. Un vero e proprio bilancio non solo della sua attività letteraria ma del suo strenuo impegno civile.

Scrive la figlia Paola: “Per Bassani […] questo patrimonio è ‘sacro’e colpisce con quanta consapevolezza storico-critica, con quanta vis polemica e pedagogica, con quanta appassionata e laica religione, egli si getti, ogni volta, nella mischia, sappia affrontare senza alcun complesso presidenti della Repubblica, ministri e amministratori vari: l’obiettivo è quello di trasmettere allo Stato italiano la forza morale necessaria per difendere il proprio patrimonio dai pericoli e le sopraffazioni del boom economico e delle avidità locali, perché anteponga l’interesse generale delle persone a quello settoriale o privato, perché si convinca insomma ad esistere e a funzionare”.