Il rigore che non c’era, ovvero Federico Buffa al Teatro Romano

New call-to-action

Ieri sera lo storyteller apprezzatissimo per la sua sagacia avvolta appena da una malinconia leggera, ha sfidato la pioggia per raccontare i bivii esistenziali dei grandi della seconda metà del Novecento.

Continua il Festival della Bellezza al Teatro Romano con lo spettacolo di Federico Buffa, “Il rigore che non c’era”. Sold out, nonostante la pioggia battente. Ad accompagnatore il miglior storyteller di sempre, ci sono un piano e due voci potenti che alternano la prosa al canto. Sullo sfondo la copertina dei “Stg Peppers” dei Beatles. A dispetto del titolo, non si parla solo di calcio ma di vita. Aneddoti e ricordi si intrecciano in un ritmo coinvolgente che ti lascia addosso una malinconia, anzi una saudade. La vita è fatta di scelte e, alle volte, le scelte “sono cazzate” sottolinea il telecronista sportivo. Ma le cose vanno come devono andare e non si può comandare il destino.

 

Guarda il video:

Guarda la gallery:

[pantheon_gallery id=”39180″][/pantheon_gallery]