UCSI Verona presenta il libro su Papa Francesco

Edito da Edizioni San Paolo, UCSI Verona presenta il libro Francesco. Il Papa delle prime volte. Scritto dai due giornalisti Gerolamo Fazzini e Stefano Femminis, il volume sarà presentato alla libreria Feltrinelli di via Quattro Spade domani, martedì 13 marzo, alle 18. Moderatore della serata sarà il giornalista del quotidiano L’Arena Enrico Giardini.

È nel giorno del quinto anniversario dell’elezione di Papa Francesco che UCSI Verona (Unione Cattolica Stampa Italiana) invita i cittadini alla presentazione del volume Francesco. Il Papa delle prime volte. Il libro, scritto dai due colleghi giornalisti, il veronese Gerolamo Fazzini e Stefano Femminis, sarà presentato alla libreria Feltrinelli di via Quattro Spade martedì 13 marzo alle 18.

A introdurre la serata sarà il presidente di UCSI Verona, Stefano Filippi, mentre a dialogare con gli autori sarà il giornalista de L’Arena, Enrico Giardini. Tra le pagine del libro si affronterà la figura di Papa Francesco, primo Pontefice gesuita e sudamericano, innovatore, pioniere della Chiesa Cattolica che vuole riportare la religione alle origini. Il volume è arricchito, inoltre, di una serie di interviste a Luigi Accattoli, Enzo Bianchi, Austen Ivereigh, Elisabetta Piqué, Andrea Riccardi, Paolo Rodari, Enzo Romeo, Antonio Spadaro, Luis Antonio Tagle e Andrea Tornielli.

Gerolamo Fazzini, veronese di nascita e lecchese di adozione, è giornalista, saggista e autore televisivo. Ha diretto (2001- 2013) il mensile Mondo e Missione. È consulente di direzione per il settimanale Credere e il mensile Jesus. Collabora con il sito Vatican Insider de La Stampa Avvenire, come editorialista. Insegna Giornalismo all’Università Cattolica di Brescia. Ha ideato e diretto il Festival della missione.

Stefano Femminis, giornalista, è stato direttore di Popoli, mensile internazionale e missionario della Compagnia di Gesù. Attualmente è responsabile della comunicazione della Fondazione culturale San Fedele di Milano, della rivista Aggiornamenti sociali e della Fondazione Carlo Maria Martini.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.