Semi di legalità, un convegno per un futuro senza dipendenze

Non solo mafia, ma anche dipendenze in generale, uso di sostanze illecite. Si parlerà di questo, con esperti del calibro di Don Antonio Coluccia, al convegno di venerdì 22 marzo alle 20.30 nella Sala Conferenze dell’Educandato Agli Angeli

Informare per prevenire e gettare semi di legalità. Perchè per un futuro migliore non bisogna combattere solo i comportamenti mafiosi, ma anche prevenire le dipendenze di qualsiasi genere, dei giovanissimi. Di questo si sta occupando da tempo Don Renzo Zocca, sacerdote veronese di Settimo di Pescantina che ha avviato un progetto coraggioso con Don Antonio Coluccia, il salentino con 4 avvisi da parte della mafia alle spalle: aiutare i giovani e giovanissimi a staccarsi dalle dipendenze.

“Siamo alla ricerca di spazi e luoghi da destinare a questi giovani che hanno bisogno di accoglienza”, ha detto l’assessore all’Anticorruzione Edi Maria Neri.

Al convegno saranno presenti anche l’on. Lorenzo Fontana, il comandante provinciale dei Carabinieri di Verona colonnello Ettore Bramato, il sostituto procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Roberto Pennisi, il prete antimafia don Antonio Coluccia e don Renzo Zocca che, attraverso la Fondazione L’Ancora, promuove la serata.